Sei Nazioni 2015: Italia, cambi in vista per Twickenham

Sei Nazioni 2015 – Scelte obbligate e scelte tecniche cambieranno il XV azzurro che sfiderà l’Inghilterra.

Questo pomeriggio, alle 14.30, Jacques Brunel annuncerà la formazione che sfiderà sabato l’Inghilterra a Twickenham per la seconda giornata dell’RBS 6 Nazioni 2015. Dopo il ko dell’Olimpico con l’Irlanda il ct francese è chiamato ad aggiustare quegli ingranaggi che non hanno funzionato e gli infortuni di Zanni e Campagnaro obbligheranno Brunel a cambiare il XV titolare.

In prima linea probabile la conferma di Aguero, Ghiraldini e Castrogiovanni, con De Marchi e Chistolini che potrebbero trovare maggior spazio a Edimburgo. In seconda, invece, ha recuperato Marco Bortolami e visti i problemi in touche l’esperto padovano potrebbe prendere il posto di George Biagi, abbastanza anonimo contro l’Irlanda.

In terza linea ci si aspettano le conferme di Sergio Parisse e Francesco Minto, mentre il sostituto di Alessandro Zanni dipende dallo stato fisico di Simone Favaro. Se la terza della Benetton ha recuperato allora il posto dovrebbe essere suo, in alternativa potrebbe debuttare da titolare Marco Barbini, con Barbieri ancora fermo.

Novità anche in mediana, dove l’infortunio di Campagnaro potrebbe permettere a Brunel di schierare dal primo minuto Tommaso Allan senza ‘bocciare’ Kelly Haimona. Con Gori al 9 e Allan al 10, infatti, il maori delle Zebre verrebbe spostato a primo centro, dove ha convinto di più negli ultimi minuti a Roma. Una doppia apertura, dunque, come viene spesso usata in campo internazionale ultimamente. A fianco di Haimona confermato Luca Morisi, per una coppia di centri con tanto fosforo, mentre probabile che venga confermato il triangolo allargato, nonostante i tentennamenti di Andrea Masi con l’Irlanda. Difficile che Luke McLean venga spostato a estremo, ma in quel caso posto da titolare per Giambattista Venditti.


Ultime notizie su Sei Nazioni

Tutto su Sei Nazioni →