Sei Nazioni 2015: Irlanda, quattro Leoni per battere la Francia

Sei Nazioni 2015 – Joe Schmidt dovrebbe ritrovare quattro British & Irish Lions in vista della partita di sabato, valevole per il secondo turno del Torneo.

Hanno vinto senza difficoltà, ma anche senza convincere del tutto. I campioni in carica dell’Irlanda hanno lasciato l’Italia e sono tornati a Dublino, dove sabato arriverà una Francia altrettanto vincente, ma ancor meno convincente. E per superare i Bleus e continuare la corsa al titolo Joe Schmidt ritrova quattro pedine fondamentali dell’Irlanda.

Jonathan Sexton, Jamie Heaslip, Cian Healy e Sean O’Brien (che ha dato forfait all’ultimo all’Olimpico, ndr.) sembrano tutti pronti a tornare in campo e a dare all’Irlanda quella qualità che è mancata contro l’Italia, nonostante il successo. Infortunati, ma a disposizione di Schmidt, a Roma Rory Best, Eoin Reddan e Dave Kearney.

Proprio l’infortunio a Best (colpito violentemente alla testa) ha spinto Michael Kearney, team manager dell’Irlanda, a fare un paragone con l’affaire George North. Il gallese, ricordiamo, è finito ko due volte contro l’Inghilterra, ma lo staff medico lo ha rimandato entrambe le volte in campo, con la World Rugby che ha aperto un’inchiesta.

“Per quel che riguarda North, non voglio entrare nella testa dello staff medico del Galles. Loro dicono di non aver visto il secondo colpo, anche se era evidente in televisione. Volendo credere nella loro buonafede, posso dire che noi abbiamo un fisioterapista e due medici vicino al campo e spero di non perderci una cosa del genere. Comunque, riguardo a Best, appena colpito è stato portato fuori dal campo per i test di rito sulla concussione e non li ha superati, quindi è rimasto fuori” ha dichiarato Kearney.


I Video di Blogo

Ultime notizie su Sei Nazioni

Tutto su Sei Nazioni →