Calabria, strage sull’asfalto: sei morti

Tragico incidente sulla statale 682 Jonio-Tirreno: sei morti. Anche nel lodigiano incidente funesto

Come ogni terza domenica di novembre dal 2005 si celebra la Giornata Mondiale del ricordo delle vittime della strada, istituita dall’Onu e purtroppo quest’anno le strade italiane piangono altri morti in tragici incidenti.

In Calabria, lungo la strada statale 682 Jonio-Tirreno, un drammatico incidente stradale ha coinvolto numerose vetture e provocato ben sei vittime: lo scontro è avvenuto al km 15 della Strada Grande Comunicazione, pochi chilometri dopo l’uscita di Polistena-Cinquefrondi,

Le auto, una Yaris e una Mini Cooper si sono scontrate frontalmente su un viadotto all’altezza di Cinquefrondi: il violentissimo impatto avrebbe così spezzato in due la Toyota Yaris, scaraventandola in un burrone profondo circa una quarantina di metri a lato della strada.

I corpi delle sei vittime sono rimasti tragicamente incastrati nelle lamiere degli abitacoli, sbalzati in un volo di 30 metri dal viadotto: sono intervenuti i Vigili del fuoco di tre distaccamenti e la Polizia stradale, che si è occupata di tutti i rilievi del caso e dovrà accertare le cause della tragedia.

Ma non è solo la Calabria a piangere nuovi incidenti stradali: questa mattina nel lodigiano, poco dopo le 8.15, un’auto su cui viaggiava una famiglia composta (madre, padre e una bimba di 4 mesi) è rimasta coinvolta in uno scontro con un’altro mezzo sulla provinciale 17, in località Salerano sul Lambro: la piccola è stata sbalzata fuori dall’abitacolo, subendo un trauma molto forte ed andando in arresto respiratorio.

La piccola è stata ricoverata all’Ospedale Niguarda di Milano, mentre la madre, dopo essere stata intubata sul posto, è stata trasportata all’Ospedale di Pavia per le cure necessarie ad un grave trauma cranico; il padre della piccola e gli occupanti dell’altra auto hanno riportato ferite più lievi e sono stati trasferiti all’Ospedale di Lodi.

Foto | Angelo Bellocchi su Twitter

I Video di Blogo