Mario Monti a Mattino Cinque: “Un anno fa Italia in situazione pre-fallimentare”

Il premier interviene in diretta su Canale 5. Ecco le dichiarazioni.

A Mattino Cinque, programma della rete ammiraglia Mediaset, oggi è andata in onda l’intervista di Mario Monti realizzata da Paolo Del Debbio. Il Premier che ha detto che la campagna elettorale “per fortuna dura poco” quindi ha commentato le dichiarazioni di Bersani (“una vittoria di Pirro”) e di D’Alema (“risultato deludente”) dopo il recente accordo sul bilancio europeo:

Condivido il fatto che siamo rimasti nel rigore e non sulla crescita. Non è stato un risultato soddisfacente. Dentro questo risultato è viceversa molto buono il risultato per l’Italia.

Monti non ha ovviamente risparmiato Berlusconi accusato di aver fatto, in questo senso, “un commento sprezzante e superficiale e non ha affrontando le cifre forse perché il confronto con 7 anni fa non gli è favorevole”. Interrogato dal Del Debbio sulle Regionali in Lombardia il professore ha spiegato che il candidato del centro “Albertini è stato molto coraggioso nel mantenere la sua candidatura nonostante le pressioni di Berlusconi”, ipotizzando che l’ex sindaco di Milano possa recuperare voti soprattutto da elettori di destra piuttosto che da quelli di sinistra. Considerato che Monti da qualche settimana a questa parte parla di riduzione delle tasse, Del Debbio gli ha chiesto come mai non lo abbia fatto quando era al governo:

Un anno fa eravamo in situazione pre-fallimentare. Era impensabile abbassare le tasse.


Quindi sull’Imu, oggetto del contendere della campagna elettorale, ha ricordato che “non è una mia invenzione, ma è stata decisa dal governo Berlusconi” anche se è vero che “noi l’abbiamo dovuta anticiparla di un anno e applicarla sulla prima casa. Poi nel dettaglio le proposte:

Per aiutare famiglie e anziani proponiamo di aumentare la detrazione sulla prima casa da 200 a 400 euro e di raddoppiarle per ogni figlio a carico da 50 a 100 euro.

Foto | Getty Images