Sei Nazioni 2015: il XV ideale che non ci sarà

Tanti gli infortunati che salteranno il torneo, o parte di esso. E che formerebbero una squadra invidiabile.

L’RBS 6 Nazioni 2015 ha una settima formazione che incombe sulle scelte dei ct in vista dell’esordio del 6 e 7 febbraio prossimo. La squadra virtuale, formata dai giocatori che saranno assenti per infortunio. Sono tanti – soprattutto nell’Inghilterra – i campioni che non potranno scendere in campo, alcuni per l’intero torneo, altri solo per i primi match.

Una lista non omogenea, ma che ci siamo divertiti a ‘convocare’ in una formazione ideale (con un paio di forzature nei ruoli, per mettere un XV credibile in campo, ndr.), schierando una squadra che fare invidia a molto tecnici. Ecco, dunque, il XV che non vedremo in campo, anche se i nomi sono di più, ma abbiamo dovuto fare delle scelte e, probabilmente, ho dimenticato qualcuno.

Il XV degli infortuni
15 Stuart Olding, 14 Andrew Trimble, 13 Manu Tuilagi, 12 Owen Farrell, 11 Luke Marshall, 10 Jonathan Sexton, 9 Sébastien Tillous-Borde, 8 Ben Morgan, 7 Tom Wood, 6 Courtney Lawes, 5 Joe Lanchbury, 4 Donnacha Ryan, 3 Rhodri Jones, 2 Damien Varley, 1 David Kilcoyne
In panchina: Geoff Parling, Tom Wood, Quintin Geldenhuys, Chris Henry, Ruaridh Jackson, Paddy Jackson, Duncan Weir, Brad Barritt


Ultime notizie su Sei Nazioni

Tutto su Sei Nazioni →