Sei Nazioni 2014: Irlanda e Italia, le parole dei protagonisti

Brunel e Bortolami parlano della sconfitta subita all’Aviva Stadium e di quel match vissuto in difesa.

Volti scuri in sala stampa, dove Jacques Brunel e Marco Bortolami vengono a parlare con la stampa. Una sconfitta netta, pesante, figlia di una partita giocata per 80 minuti o quasi in difesa. Come ammette lo stesso ct.

“E’ stato un brutto risultato, ma guardiamo come è maturato. In difesa nel primo tempo abbiamo giocato molto bene – dice Brunel -. Il problema è che abbiamo avuto poco possesso. Nella ripresa siamo peggiorati come livello difensivo”.

“E’ stata una partita diversa dalle prime tre, dove siamo stati sempre in partita, con alcuni passaggi a vuoto – continua Brunel -. Oggi il secondo tempo è stato giocato molto male da noi, troppo poco possesso per vincere”.

Bortolami non cerca giustificazioni arbitrali, evidenziando come nel primo tempo la difesa ha difeso, ma non è mai riuscita a rubare palla. “Sapevamo che Owens sarebbe stato permissivo, ma diciamo anche che l’Irlanda gioca molto negli spazi. E’ difficile difendere in maniera aggressiva così, abbiamo faticato molto nel primo tempo e poi siamo crollati – dice il capitano di giornata -. Nel primo tempo abbiamo perso la prima mischia e le due touche, poi troppi palloni e così abbiamo finito per difendere per 80 minuti, mantenendo la pressione su di noi”.

Note positive ce ne sono poche, ma Brunel sottolinea come “la mediana ha fatto una buona prova, Orquera ha giocato una buona partita nonostante il risultato finale”.

Credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+