Febbre suina, un caso a Roma. Ma è già guarito

L’influenza che sta gettando più scompiglio mediatico che conseguenze fisiche, è giunta a Roma. Non ne avevano dubbi dal ministero, che da giorni avvertiva sull’imminenza del contagio. Così, dopo il riscontro su di un 50enne di Massa del virus A/H1nN1, ecco un altro paziente. E’ un ragazzo di 25 anni, tornato dal Messico. Ma già

di higgins



L’influenza che sta gettando più scompiglio mediatico che conseguenze fisiche, è giunta a Roma. Non ne avevano dubbi dal ministero, che da giorni avvertiva sull’imminenza del contagio. Così, dopo il riscontro su di un 50enne di Massa del virus A/H1nN1, ecco un altro paziente. E’ un ragazzo di 25 anni, tornato dal Messico. Ma già guarito. Infatti il giovane è stato curato dall’Istituto Spallanzani ma non è mai stato sottoposto a ricovero. La fidanzata è stata trattata in via precauzionale con antivirali.

Dicoo Sacconi e il sottosegretario Fazio: “L’aumento dei casi in Italia era previsto ma ciò non desta particolare preoccupazione sia perché questo nuovo virus è responsabile di una sintomatologia più leggera di quella determinata dal virus dell’influenza stagionale, sia perché l’Italia dispone di scorte sufficienti di farmaci indicati per il trattamento di questa infezione nonché di Centri di riferimento di eccellenza per il ricovero e il trattamento delle persone affette”. Possiamo stare tranquilli. Tutti in fraschetta.