8 marzo 2014: 1,5 milioni d’auguri ovali alle donne

Oggi l’Italdonne calpesterà per la prima volta l’Aviva Stadium, ma il 2014 è un anno speciale per il rugby femminile per tanti motivi.

Festa delle donne oggi, 8 marzo, e doppio motivo per festeggiare le ragazze del rugby. A Dublino, alle 18 italiane, per la prima volta l’Aviva Stadium ospiterà un match della nazionale femminile, con l’Irlanda che sfiderà l’Italdonne nel quarto turno dell’RBS 6 Nazioni.

Ma il rugby in rosa quest’anno ha un altro appuntamento imperdibile. I Mondiali femminili che si disputeranno in Francia – anche se purtroppo l’assurdo metodo di qualificazione ha escluso l’Italia -, mentre tra due anni le rugbiste saranno protagoniste delle Olimpiadi di Rio 2016.

Nel 2014 il rugby femminile ha superato il traguardo di 1,5 milioni di praticanti in tutto il mondo, dimostrandosi una realtà sempre più importante, viva e che non ha nulla da invidiare ai colleghi maschili. Insomma, buon 8 marzo a tutte le donne e, soprattutto, a tutte le rugbiste (nella foto un gruppo di rugbiste in spogliatoio dopo un match, anno 1969, in piena lotta femminista).

Credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

I Video di Blogo