Milano: arrestato Pasquale Pagana, evaso mercoledì dal carcere di Bollate

E’ già tornato dietro le sbarre il 35enne Pasquale Pagana, evaso mercoledì mattina dalla caserma della Polizia penitenziaria del carcere di Bollate, dove era impiegato come addetto alle pulizie insieme al coetaneo Pasquale Romeno.Approfittando della poca sorveglianza – il carcere di Bollate è una struttura a custodia attenuata riservata ai detenuti modello – i due


E’ già tornato dietro le sbarre il 35enne Pasquale Pagana, evaso mercoledì mattina dalla caserma della Polizia penitenziaria del carcere di Bollate, dove era impiegato come addetto alle pulizie insieme al coetaneo Pasquale Romeno.

Approfittando della poca sorveglianza – il carcere di Bollate è una struttura a custodia attenuata riservata ai detenuti modello – i due detenuti sono fuggiti.

Hanno fermato una macchina, costretto la giovane autista e scendere ed hanno guidato fino a viale Zara. Lì si sono separati.

Pagana, cocainomane e rapinatore, avrebbe terminato di scontare la sua pena da lì a pochi mesi, ma, come ha scritto una lettera indirizzata alla direttrice del carcere, Lucia Castellano, non poteva aspettare.

Mi rendo conto che questo le creerà grossi problemi. Ma ho problemi più urgenti che devono essere affrontati e risolti.

L’uomo è stato rintracciato ieri a Milano, nell’appartamento della suocera in viale Fulvio Testi.

Dopo essersi barricato in casa per evitare l’arresto, Pagana si è consegnato ed è stato trasferito nel carcere di San Vittore.

In appena due giorni di latitanza Pagana ha commesso una rapina in una farmacia – bottino da 500 euro – ed ha tentato di rapinare un negozio di compravendita di oro e gioielli.

L’altro fuggitivo, Pasquale Romeno, dentro fino al 2013 per tentato omicidio, è invece riuscito a far perdere le proprie tracce. Le ricerche continuano.

Via | Il Giornale