Durante il concerto del primo maggio, tutti i musei e le aree archeologiche a un euro

E’ chiaro che il concertone del Primo Maggio sia il motivo principale per cui, chi fosse in giro nelle prossime ore dalle parti di San Giovanni in Laterano, vedrebbe assieparsi giovani di tutte le regioni d’Italia sul prato intorno al sagrato della Basilica. La cultura, soprattutto archeologica, di questi tempi non assiepa molto.Resta il fatto


E’ chiaro che il concertone del Primo Maggio sia il motivo principale per cui, chi fosse in giro nelle prossime ore dalle parti di San Giovanni in Laterano, vedrebbe assieparsi giovani di tutte le regioni d’Italia sul prato intorno al sagrato della Basilica. La cultura, soprattutto archeologica, di questi tempi non assiepa molto.

Resta il fatto che proprio oggi, a discapito di un concerto musicale di alto livello e gratuito, la maggior parte dei siti archeologici a Roma e nel Lazio (insieme al sistema delle pinacoteche e dei musei Nazionali, sarà visitabile al prezzo simbolico di un euro.

Palazzo Massimo, Palazzo Altemps, Terme di Diocleziano, Crypta Balbi, Colosseo, Palatino e Foro Romano, Mausoleo di Cecilia Metella, Villa dei Quintili e Terme di Caracalla. Nel resto del Lazio sarà possibile visitare i seguenti siti: Villa Adriana, Museo di Palestrina, Necropoli di Cerveteri, Necropoli di Tarquinia, Museo di Tarquinia, Museo di Nemi, Museo di Cassino, Museo di Minturno, Museo di Sperlonga, Villa di Orazio a Licenza, Santuario di Ercole a Tivoli.