Sei Nazioni 2015: il borsino degli azzurri

Giovedì Jacques Brunel annuncerà i convocati per il Torneo. Ecco chi dovrebbe esserci.

Giovedì 15 Jacques Brunel svelerà i convocati per i primi turni dell’RBS 6 Nazioni 2015 e, come da tradizione, inizia il totoazzurri. Molte le scelte obbligate per il coach francese, soprattutto in mediana e nella trequarti, dove la coperta è particolarmente corta. Più difficile indovinare le scelte in mischia, ma vediamo come stanno gli azzurri.

Piloni

Sicura la convocazione di Martin Castrogiovanni, che quest’anno però ha un minutaggio assai ridotto nel Tolone (189 minuti), in questo avvio di stagione i due piloni più ‘spremuti’ dai club sono Dario Chistolini e Lorenzo Cittadini. Aguero, convocato a novembre, è infortunato, mentre ci sarà spazio sicuramente per Alberto De Marchi, mentre per Michele Rizzo tutto dipende se Brunel vorrà portare quattro o cinque giocatori in prima linea.

Tallonatori

Leonardo Ghiraldini sta crescendo molto a Leicester, anche se ultimamente non è più il titolare fisso, ma è lui la prima scelta in azzurro. Come alternativa spareggio tra Andrea Manici e Davide Giazzon, anche se probabilmente il tallonatore delle Zebre potrebbe essere avvantaggiato soprattutto per la gestione migliore delle fasi statiche.

Seconde Linee

Imprescindibili le presenze di Quintin Geldenhuys e Joshua Furno, a giocarsi gli altri due posti tra i convocati dovrebbero essere le Zebre George Biagi e Marco Bortolami, e i trevigiani Marco Fuser e Antonio Pavanello. Guardando all’utilizzo nei club in questo avvio di stagione appaiono favoriti i due giocatori bianconeri, anche se dare spazio al giovane Fuser potrebbe essere utile anche in chiave Mondiali.

Flanker/N.8

In terza linea Jacques Brunel ha addirittura problemi d’abbondanza, con Sergio Parisse ovvio numero 8 (ma qui manca un’alternativa credibile), mentre come flanker sta tornando ai suoi livelli migliori Alessandro Zanni, non si può lasciare a casa Simone Favaro, così come è convincente il ritorno in campo di Francesco Minto. Per gli ultimi due punti appaiono favoriti Robert Barbieri e Samuela Vunisa (come alternativa a Parisse), mentre appare difficile il ritorno di Mauro Bergamasco.

Mediani Di Mischia

Coperta cortissima in mediana, con a numero 9 scelta obbligata di Edoardo Gori – il cui ginocchio sta migliorando e con esso le prestazioni del giocatore – e Guglielmo Palazzani, con il biancoverde che dovrebbe essere titolare nel XV ideale di Brunel.

Mediani d’Apertura

Indecifrabile lo spot numero 10, con Kelly Haimona che verrà convocato come centro, ma potrebbe finire all’apertura. Le ultime prestazioni del maori, però, non convincono e Tommaso Allan sta invece guidando Perpignan nella corsa promozione. E’ vero, in Francia calcia poco, ma al momento sembra la scelta migliore, con anche Luciano Orquera che trova poco spazio a Parma.

Centri

Gli infortuni di Garcia e Sgarbi (oltre al lungodegente Canale), i problemi in Francia di Benvenuti lasciano poche opzioni a Brunel. Coppia titolare dovrebbe essere quella formata da Luca Morisi, in stato di grazia ultimamente, e Michele Campagnaro, con Haimona che può venir schierato a centro in caso di necessità. Possibile chiamata per Tommaso Iannone, mentre difficilmente Brunel rischierà convocando l’esordiente Enrico Bacchin.

Ali/Estremi

Per quel che riguarda il triangolo allargato, infine, a giocarsi lo spot da estremo i soliti Andrea Masi – alle prese però con un infortunio – e Luke McLean – che dopo un ottimo avvio di stagione è un po’ ai margini a Sale. Alle ali sicuri convocati Leonardo Sarto e Angelo Esposito, mentre dovrebbe esserci ballottaggio tra Giulio Toniolatti e il rientrante, ma non convincente, Giovambattista Venditti, mentre Simone Ragusi potrebbe essere un’opzione, ma difficile da vedere.


Seguici su Google+

I Video di Blogo

Ultime notizie su Sei Nazioni

Tutto su Sei Nazioni →