Rugby & Soldi: niente tagli per lo sport italiano

Rimandato al 2016 il taglio ai finanziamenti statali al Coni e, dunque, alle varie Federazioni sportive.

Si chiamano “tagli della spesa”, anche se nell’Italia dei jobs act, dei premier, dei feedback e quant’altro ormai li conosciamo come “spending review”. Sono i soldi che il Governo cerca di risparmiare per far quadrare i conti. E tra i tagli previsti per il 2015 c’era anche lo sport italiano, con i finanziamenti statali al Coni (e, dunque, alle Federazioni) che dovevano drasticamente diminuire.

Sulla Gazzetta Ufficiale è stato confermato che l’applicazione delle norme di contenimento delle spese previste per le federazioni sportive sono state differite al 2016. Insomma, i tagli ci saranno, ma solo tra 12 mesi. Un sospiro di sollievo per lo sport azzurro, come sottolinea anche Giovanni Malagò, e più soldi in cassa anche per la Fir, alle prese con la necessità di far quadrare i bilanci.


Seguici su Google+

I Video di Blogo