Doping: anno nuovo, squalifiche raddoppiate

Entrano in vigore oggi le nuove regole Wada, con uno stop minimo di 4 anni per chi viene trovato positivo ai controlli.

Giro di vite nella lotta al doping a partire da oggi, 1 gennaio 2015. La Wada, infatti, applicherà da oggi le nuove regole sui controlli di sostanze illegali nello sport. E la novità più importante riguarda le pene, con lo stop minimo per chi si dopa che passa da 2 a 4 anni. Una scelta che, così, uniforma le squalifiche per tutte le discipline sportive.

Non solo, perché chi salterà tre test antidoping nell’arco di 12 mesi subirà una squalifica di due anni, rispetto ai 18 mesi precedenti. Per i casi di positività “involontaria”, invece, lo stop sarà di 2 anni, anche se gli atleti possono vedersi ridotta la squalifica se dimostrano con prove certe che il doping non sia stato volontario.

Infine, importantissimo, la Wada può ridurre le squalifiche – e addirittura condonarle – in caso di collaborazione da parte degli atleti nello smascherare la rete di doping. Insomma, se pizzicati gli sportivi possono cavarsela con una squalifica minore se collaborano con le autorità sportive.


Seguici su Google+

I Video di Blogo