Roma sì, Roma no: sondaggio sulla qualità della vita

Poco più della metà dei romani si è dichiarato insoddisfatto della qualità della vita a Roma. Il 43 per cento, al contrario, si dice molto o abbastanza soddisfatto. A dare i numeri è uno studio socio-politico effettuato dall’istituto Hypermatrix, presentato stamattina. Il lavoro è stato condotto attraverso 601 interviste telefoniche rivolte a maggiorenni residenti nella

di higgins



Poco più della metà dei romani si è dichiarato insoddisfatto della qualità della vita a Roma. Il 43 per cento, al contrario, si dice molto o abbastanza soddisfatto. A dare i numeri è uno studio socio-politico effettuato dall’istituto Hypermatrix, presentato stamattina. Il lavoro è stato condotto attraverso 601 interviste telefoniche rivolte a maggiorenni residenti nella Capitale. Vediamone i dettagli.

Così così l’illuminazione (insoddisfatti al 51 e soddisfatti al 44%), male la pulizia delle strade (il 73% del campione è scontento, contro il 24); per un romano su quattro la qualità delle strade è peggiorata, per un quinto è aumentata, e circa la metà ritiene che sia rimasta invariata. Concordia sui tempi del parcheggio: il 41,4% degli intervistati percepisce un aumento del tempo medio necessario per la ricerca del parcheggio nell’ultimo anno, il 30% crede che questo tempo sia invariato, il 9% crede che sia diminuito. Infine, il bilancio finale: la metà dei romani pensa di vivere in una città confortevole, l’altra metà in un incubo. La verità è nel mezzo?