Messina, droga: 12 arresti per spaccio

Messina: 12 persone sono finite in manette stamane con l’accusa di far parte di un’organizzazione dedita allo spaccio di droga nell’area ionica della provincia peloritana.

di remar

Operazione antidroga a Messina: dodici persone sono finite in manette questa mattina con l’accusa di far parte di un’organizzazione criminale dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti nell’area ionica della provincia peloritana. Gli indagati in base alle risultanze investigative si approvvigionavano della droga attraverso due canali: uno siciliano, con i rifornimenti in arrivo dal catanese, e l’altro calabrese, dalla locride.

Nel blitz sono stati impegnati oltre cento carabinieri del Comando provinciale di Messina, con l’ausilio delle unità cinofile dei colleghi del nucleo di Nicolosi. Gli arrestati dovranno ora rispondere, a vario titolo, delle accuse di associazione finalizzata allo spaccio e spaccio di sostanze stupefacenti. L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal Gip del Tribunale di Messina su richiesta della Direzione distrettuale antimafia della città dello Stretto.

E appena due giorni fa il sostituto procuratore della locale Dda Giuseppe Verzera ha richiesto condanne per 300 anni di carcere a carico di 32 persone imputate nel processo seguito alla vasta operazione antidroga, denominata Coccodrillo, del maggio scorso. In quell’occasione furono arrestate una quarantina di persone ed emersero i rapporti di affari tra due organizzazioni messinesi di presunti trafficanti e i clan di ‘ndrangheta della locride, oltre che palermitani. La sentenza è attesa per il 26 aprile.

Foto © Getty Images

Ultime notizie su Ndrangheta

Tutto su Ndrangheta →