Mondiali femminili: Italdonne, una chance iridata

La World Rugby ha annunciato il processo di qualificazione alla Women’s Rugby World Cup 2017. Le azzurre hanno nel mirino Galles e Scozia.

Fare meglio di Galles e Scozia nel Sei Nazioni 2015 e 2016 per conquistare il pass mondiale. Questo è da oggi l’obiettivo dell’Italdonne, dopo che la World Rugby ha annunciato il processo di qualificazione alla prossima Women’s Rugby World Cup 2017.

Qualificate di diritto saranno le prime 7 dell’ultima edizione iridata in Francia, quindi le campionesse in carica dell’Inghilterra, Canada, Francia, Irlanda, Nuova Zelanda, USA e Australia. Le altre cinque partecipanti, invece, usciranno da:

1. Le due migliori classificate nei Sei Nazioni 2015 e 2016 (punteggio aggregato), a esclusione delle nazionali già qualificate. Quindi le due migliori tra Scozia, Galles e, appunto, l’Italia.

2. La vincente dello spareggio tra la peggiore classificate del Sei Nazioni (l’unica esclusa, dunque) e la vincitrice della Rugby Europe Women’s.

3. Le due migliori classificate del torneo che comprenderà il Sud Africa, una nazionale dell’Oceania e due dell’Asia.

Insomma, per le azzurre due chance uniche per arrivare dove – per un sistema folle di qualificazione – non sono arrivate nel 2014. Nei prossimi due anni fare meglio (cosa assolutamente non impossibile visti i precedenti) di Scozia o Galles al Sei Nazioni. Negli ultimi 5 anni l’Italia non ha mai chiuso all’ultimo posto il torneo. E, nel mal augurato caso succedesse, un ulteriore spareggio significherebbe un nuovo tentativo per le azzurre di centrare il sogno iridato.

[iframe width=”586″ height=”430″ src=”/poll/36″ frameborder=”0″]


Seguici su Google+

Foto | Elena Barbini

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia

Ultime notizie su Sei Nazioni

Tutto su Sei Nazioni →