Sci di fondo, Tour de Ski, Finn Haagen Krogh e Kikkan Randall vincono la terza tappa, Federico Pellegrino secondo

I risultati della terza tappa del Tour de Ski di Sci di fondo.

Il fondista norvegese Finn Haagen Krogh e la fondista statunitense Kikkan Randall hanno vinto la terza tappa del Tour de Ski, la famosa corsa a tappe di Sci di fondo, giunta alla settima edizione. Risultato degno di nota anche per l’Italia grazie a Federico Pellegrino che ha ottenuto la seconda posizione.

Per quanto riguarda la gara maschile, la terza posizione nella sprint a tecnica libera è stata conquistata dal canadese Len Valjas. Il podio femminile, invece, oltre che dalla vincitrice Randall, è composto dalla norvegese Ingvild Flugstad Oestberg, giunta al secondo posto, e dalla sua connazionale Heidi Weng, arrivata in terza posizione.

Per ciò che concerne gli altri fondisti azzurri, tra gli uomini, Fabio Pasini ha ottenuto la ventesima posizione, David Hofer, la ventunesima, Giorgio Di Centa, la ventitreesima e Fulvio Scola, la ventiquattresima. Le migliori, tra le donne, invece, sono state Ilaria Debertolis, che ha ottenuto la ventunesima posizione, e Debora Agreiter, giunta al 35esimo posto.

Nella classifica generale maschile, dopo tre tappe, al primo posto troviamo il russo Maxim Vylegzhanin. Dopo di lui, in ordine, ci sono lo svizzero Dario Cologna e il norvegese Petter Northug. Nella classifica femminile, invece, la polacca Justyna Kowalczyk occupa la prima posizione mentre la norvegese Therese Johaug e la sua connazionale Kristin Stoermer Steira si trovano rispettivamente al secondo e al terzo posto.

Tornando al risultato ottenuto dal nostro Federico Pellegrino, queste sono state le sue dichiarazioni pubblicate dal sito ufficiale della Fisi:

Ho rischiato di non farcela. In finale sono rimasto un po’ chiuso in partenza, poi in salita ho trovato lo spazio giusto per recuperare e gli altri si sono autoeliminati. E’ il secondo podio della mia carriera, sia questo che quello ottenuto a Liberec hanno un grande valore. Questo è un secondo posto cercato da due anni a questa parte, quello di Liberec fu bellissimo perché non se lo aspettava nessuno.

Foto | © Getty Images