Serie A femminile: il bilancio al giro di boa

Giro di boa domenica prossima per il Campionato di Serie A Femminile di rugby. La parola a Maria Cristina Tonna.

A due giorni dalla prima partita di ritorno sul sito della Fir Maria Cristina Tonna – responsabile FIR del settore femminile – traccia il bilancio della massima divisione in rosa.

“Nel girone 1, fino a questo momento, dominio del Monza Campione d’Italia che ha, però, capitolato in casa nell’ultima gara di andata contro il lanciatissimo Valsugana, terzo classificato, mentre faticano a tenere il passo della vetta Treviso e soprattutto Riviera del Brenta, anche se i giochi al momento sono ancora apertissimi. Colorno, Torino e Casale sono un gradino sotto, ma con buone prospettive future. Nel girone 2 a pieno ritmo l’esperta Artena Rugby Red Blu, seguita dal Cus Roma, battuta prima del riposo dal tenace Benevento, terzo in classifica; a solo un punto dalle campane il Frascati, che domenica conto le Belve NeroVerdi cercherà di agguantare proprio la terza posizione; seguono Umbria Ragazze e Bologna, squadre entrambe giovanissime” il panorama descritto da Maria Cristina Tonna.

“Con sette giornate alla fine della regular season tutto può ancora accadere; c’è da dire che molte sono le squadre che si sono rinnovate con giovani innesti e questo è senz’altro un importante segnale di crescita. La FIR da questa stagione ha dato la possibilità alle squadre partecipanti alla Serie A di tutorare formazioni iscritte alla Coppa Italia di rugby seven; ciò costituisce un valido strumento sia per le società iscritte al Campionato a XV che vedono consolidare il numero delle proprie rose, sia per quelle iscritte alla Coppa Italia, le cui atlete posso cimentarsi nella disciplina a tutto campo e così accrescere il bacino di atlete cui attingere per la Nazionale” continua la responsabile rosa.

“Il regolamento prevede che le atlete tutorate possono giocare in Serie A con la squadra Tutor e nella Coppa Italia con il club di provenienza. Chiaramente non è stato facile realizzare un planning che non sovrapponesse le due competizioni ma sono certa che questa progettazione darà a tutte le componenti del nostro movimento (atlete, allenatori, società, dirigenti) nuovo entusiasmo e nuovi obiettivi e speriamo di poter consolidare maggiormente il nostro Campionato a XV – spiega Maria Cristina Tonna, che crede fermamente in questo progetto –. A dare ulteriore sostegno a questa nuova regolamentazione sempre da quest’anno è partito anche il progetto “XV del Comitato” che si rivolge alle ragazze che partecipano alla sola Coppa Italia che vengono radunate con cadenza bimestrale per degli incontri a XV Regionali. Anche il progetto “XV del Comitato” è una nuova strategia per avviare alla pratica del Rugby a XV le ragazze che svolgono in genere solo attività di Coppa Italia”.

[iframe width=”586″ height=”430″ src=”/poll/36″ frameborder=”0″]


Seguici su Google+

© Foto Elena Barbini – Tutti i diritti riservati