All Blacks: Dan Carter ai Mondiali? Non è così scontato

La leggenda neozelandese Carlos Spencer mette in dubbio le chance dell’apertura di essere pronto per la RWC 2015.

E’ una delle stelle più splendenti nell’Olimpo ovale, ma il posto alla prossima Rugby World Cup dovrà sudarselo dopo tre anni caratterizzati più dagli infortuni che dai minuti in campo. E a mettere il dito nella piaga è un grande ex, colui da cui Carter ha ereditato lo scettro della regia degli All Blacks, cioè Carlos Spencer.

L’ex apertura dei tuttineri, infatti, ha evidenziato tutte le perplessità sulle capacità di Carter di ritrovare uno stato di forma tale da guadagnare la convocazione con la Nuova Zelanda, battendo la concorrenza di Aaron Cruden, Beauden Barrett e Colin Slade.

“Dan dovrà lottare, perché ha tre concorrenti che possono fare il lavoro bene come lui. Avrà bisogno di una grande stagione nel Super Rugby, ma ha avuto problemi negli ultimi due/tre anni. Si infortuna spesso, non dà garanzie, soprattutto per se stesso. Però può essere positivo, perché quando scegli tra quattro aperture è un bene se tutte devono lottare per il posto”.

Così Carlos Spencer, che conferma i tanti dubbi che negli ultimi 12 mesi hanno accompagnato Carter. Gli infortuni lo hanno, di fatto, messo ai margini del progetto All Blacks, con la squadra che sta lavorando alternando le altre opzioni a numero 10 in campo. Steve Hansen avrà il coraggio di scommettere sulla leggenda Carter, o preferirà andare sul sicuro, confermando la squadra che sta giocando negli ultimi anni?

[iframe width=”586″ height=”430″ src=”/poll/36″ frameborder=”0″]


Seguici su Google+