UK: cerca di incastrare il capo nascondendo foto pedopornografiche nel suo computer. Neil Weinerm a processo

Non sopportava più il suo capo così un addetto alla manutenzione di una scuola media di Swanlea, Inghilterra, decise di mettere in atto un piano per rovinare la reputazione del boss, il 62enne Eddie Thompson.I fatti risalgono al 2006, la verità qualche settimana dopo, ma la notizia è stata diffusa solo ora che è iniziato


Non sopportava più il suo capo così un addetto alla manutenzione di una scuola media di Swanlea, Inghilterra, decise di mettere in atto un piano per rovinare la reputazione del boss, il 62enne Eddie Thompson.

I fatti risalgono al 2006, la verità qualche settimana dopo, ma la notizia è stata diffusa solo ora che è iniziato il processo.

Neil Weinerm, 39 anni, si procurò alcune immagini pedopornografiche e le nascose nel pc del suo capo. Poi inviò le stesse foto, in forma anonima, alle autorità locali e, come se non bastasse, segnalò una seconda volta il tutto con una telefonata anonima.

Il pc di Eddie Thompson fu controllato e il materiale ritrovato: l’uomo fu quindi arrestato con l’accusa di posesso di materiale pedopornografico.

Thompson si dichiarò innocente fin dal primo momento, ma ci vollero alcuni giorni per far emergere la verità.

Dopo aver rintracciato il cellulare con cui era stata fatta la telefonata anonima, le autorità arrivarono ad identificare Weinerm, che si giustificò sostenendo che Thompson, sul posto di lavoro, era fastidiosamente esigente ed irascibile.

Thompson fu rilasciato e Weinerm prese il suo posto in carcere.

Ora, a distanza di anni, la vicenda è finita in Tribunale. La parte lesa ha dichiarato che, nonostante il tempo trascorso, lui e la sua famiglia continuano a subire aggressioni verbali da parte di conoscenti e vicini di casa, per i quali lui resta un pedofilo.

Weinerm, giudicato colpevole di possesso di materiale pedopornografico e di aver ostacolato il corso della giustizia, sarà condannato il prossimo 23 settembre. Stando a quanto dichiarato dal giudice David Paget, la sentenza sarà sostanziosa.

Via | ArsTechnica e Telegraph

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →