Treviso: Sbaraglini a sorpresa dice addio

L’ex tallonatore, ora allenatore della mischia, ha lasciato la squadra dopo il match con il Leinster.

A Cardiff non ha guidato la mischia chiusa, ma avrà guardato – forse – la partita in tv. Franco Sbaraglini, tallonatore della Benetton fermato dai medici, ha lasciato il club veneto dopo 12 anni alla fine della partita pareggiata domenica scorsa con il Leinster.

Un addio a sorpresa per un giocatore che, non potendo scendere in campo, aveva accettato di allenare la mischia chiusa biancoverde. E in questi primi due mesi il pack era cresciuto, migliorando notevolmente nonostante alcune carenze individuali in prima linea. Ora, però, è arrivato l’addio – come scrive la Tribuna di Treviso – a sorpresa e non consensuale.

Un rapporto, come scrive il quotidiano veneto, che si sarebbe deteriorato e avrebbe portato alla decisione di Sbaraglini di dire addio. Arrivato a Treviso nel novembre 2002, ha vestito per 12 anni la maglia dei biancoverdi, diventando uno dei beniamini del pubblico e uno dei leader silenziosi della squadra. Perché la porta sbattuta? La questione principale sarebbe economica, con Treviso che non pagherebbe lo stipendio di giocatore al tallonatore visto il quadro medico. Lui è convinto di poter tornare in campo, la società lo voleva solo allenatore. E lui ha detto no.

[iframe width=”586″ height=”430″ src=”/poll/36″ frameborder=”0″]


Seguici su Google+