Guinness Pro 12: Treviso e Zebre, occasioni da non perdere

Il prossimo fine settimana due sfide fondamentali per la stagione dei due club italiani.

Sono in fondo alla classifica, con una vittoria (Zebre) e un pareggio (Treviso) all’attivo, oltre a quattordici sconfitte. Chiusa la finestra internazionale, con gli azzurri rientrati nei club, il fine settimana che arriva può essere fondamentale per la Benetton Treviso e per le Zebre, anche in chiave futura.

La franchigia federale ha iniziato meglio la stagione (ha portato a casa anche una vittoria in Challenge Cup), ma negli ultimi due mesi non ha saputo più vincere in Guinness Pro 12, con l’ultima sfida a Galway che ha fatto registrare il peggior risultato stagionale. I miglioramenti costanti visti nell’ultimo anno hanno subito uno stop e per il XV di Andrea Cavinato tornano i dubbi e le incertezze. Nonostante ciò la sfida di sabato, a Parma, contro l’Edimburgo è una chance ottima per raddrizzare il timone, tornare al successo e provare a scalare la classifica, oltre a ritrovare fiducia.

Fiducia che domenica è riemersa a Monigo, dove dopo una serie di ko consecutivi la Benetton Treviso ha portato a casa un pareggio con il Leinster che risolleva in parte gli animi. Manca ancora la vittoria, ma il gioco visto contro i campioni in carica fa ben sperare per il futuro. Ma i dubbi e le ombre di una rivoluzione ancora gli inizi non si scacciano via in fretta e il XV di Umberto Casellato ha bisogno di continuità per trovare quella tranquillità fondamentale per far svoltare la stagione. Continuità che può venir cercata in Galles, a Cardiff, contro dei Blues in crisi, che dai sogni di playoff si sono ritrovati quart’ultimi, con la seconda peggior difesa del campionato.

Insomma, Edimburgo e Cardiff Blues sono due ostacoli che le italiane possono superare. Conquistare due successi, muovere in maniera significativa la classifica e ritornare alla vittoria è, dunque, importantissimo per Zebre e Treviso. Questo fine settimana si misura la temperatura alle due compagini azzurre. Sarà ancora febbre alta, o la via della guarigione è imboccata?

[iframe width=”586″ height=”430″ src=”/poll/36″ frameborder=”0″]


Seguici su Google+