Diretta Sei Nazioni Galles – Italia: formazioni, tv e streaming

Appuntamento questo pomeriggio alle 15.30 a Cardiff per l’Italrugby. Potete seguire il match su DMAX, sul sito dell’emittente digitale o sulla pagina Facebook di Rugby 1823.

CLICCA QUI PER LA DIRETTA GALLES – ITALIA: TEMPO REALE DALLE 15.30

Inizia, finalmente, il Sei Nazioni 2014. E inizia da Cardiff, Millennium Stadium, dove i bicampioni in carica del Galles sfidano gli azzurri di Jacques Brunel. Sfida durissima per l’Italrugby, chiamata a ritrovare la difesa persa nel novembre ovale.

Tre titoli di fila e un posto nei libri di storia sono la motivazione del Galles che esordirà contro l’Italia a Cardiff nell’RBS 6 Nations 2014. L’Italia, dunque, si troverà di fronte gli uomini di Warren Gatland che iniziano la loro corsa dove l’anno scorso la finirono gloriosamente, cioè in un Millennium Stadium strapieno. E con 10 British & Irish Lions nel XV iniziale non si può dire che i campioni in carica vogliano iniziare contro l’Italia con il freno a mano tirato.

E’ vero che, tradizionalmente, il Galles inizia lentamente il torneo, come dimostra anche la sconfitta 12 mesi fa in casa contro l’Irlanda. Ma Gatland, che ha guidato al successo i Lions in Australia quest’estate, insiste che questa volta sarà diversa. “Ho parlato con Rob (Howley, che ha guidato il Galles un anno fa, ndr.) e mi ha confidato che arrivarono a quel match faticando ad avere 20 giocatori in grado di allenarsi. Quest’anno stanno tutti abbastanza bene, gli infortunati non sono lontani al rientro e so che avremo un impatto positivo fin da subito. E’ un torneo duro da vincere, devi trovare la sicurezza e il momentum e devi iniziare forte” le parole del coach neozelandese.

Il capitano Sam Warburton, reduce da un lungo infortunio, inizierà dalla panchina, con Alun Wyn Jones a guidare le truppe rosse a Cardiff, con la seconda linea che sarà capitano per la prima volta della sua nazionale, dopo aver guidato i British & Irish Lions nel terzo match con l’Australia.

Dall’altra parte, invece, Sergio Parisse guiderà un pack ricco d’esperienza, con Marco Bortolami che raggiungerà proprio Parisse e Martin Castrogiovanni nel gruppo dei 100 caps, mentre Mauro Bergamasco staccherà il biglietto numero 96. Ma se davanti i caps abbondano, nei trequarti è la gioventù a farla da padrona. Angelo Esposito esordisce all’ala, mentre Tommy Allan sarà alla sua prima nell’Rbs Sei Nazioni. E l’Italia arriva all’appuntamento forte dei due successi di un anno fa con Francia e Irlanda, ma anche con molti dubbi.

“Sarà difficile fare meglio dell’anno scorso (con 2 vittorie, ndr.), anche per il calendario, con le due trasferte iniziali in Galles e Francia e solo Scozia e Inghilterra in casa. Non ci poniamo obiettivi, dobbiamo pensare match dopo match, ritrovare il gusto di giocare, aumentare il livello del nostro gioco, soprattutto in difesa” ha detto il ct francese.

GALLES – ITALIA
Sabato 1 febbraio, ore 15.30 – Millennium Stadium
Galles: 15 Leigh Halfpenny, 14 Alex Cuthbert, 13 Scott Williams, 12 Jamie Roberts, 11 George North, 10 Rhys Priestland, 9 Mike Phillips, 8 Taulupe Faletau, 7 Justin Tipuric, 6 Dan Lydiate, 5 Alun Wyn Jones, 4 Luke Charteris, 3 Adam Jones, 2 Richard Hibbard, 1 Paul James
In panchina: 16 Ken Owens, 17 Ryan Bevington, 18 Rhodri Jones, 19 Andrew Coombs, 20 Sam Warburton, 21 Rhys Webb, 22 James Hook, 23 Liam Williams
Italia: 15 Luke McLean, 14 Angelo Esposito, 13 Michele Campagnaro, 12 Alberto Sgarbi, 11 Leonardo Sarto, 10 Tommaso Allan, 9 Edoardo Gori, 8 Sergio Parisse, 7 Mauro Bergamasco, 6 Alessandro Zanni, 5 Quintin Geldenhuys, 4 Marco Bortolami, 3 Martin Castrogiovanni, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Michele Rizzo
In panchina: 16 Davide Giazzon, 17 Alberto De Marchi, 18 Lorenzo Cittadini, 19 Joshua Furno, 20 Francesco Minto, 21 Tobias Botes, 22 Luciano Orquera, 23 Tommaso Iannone
Arbitro: John Lacey

Galles – Italia sarà trasmessa in chiaro, su DMAX (canale 52), a partire dalle 14.30. DMAX trasmetterà in streaming live la partita anche sul suo sito internet. In alto, invece, trovate il link alla diretta testuale sulla pagina Facebook di Rugby 1823 con aggiornamenti in tempo reale.

credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+