Rugby & Arbitri: l’Irb alza la voce “Basta criticarli in pubblico”

Bernard Lapasset ha scritto alle federazioni di tutto il mondo chiedendo che allenatori e giocatori smettano con la moda di criticare l’arbitro a fine partita.

Un giro di vite ai commenti a caldo (e non solo) di allenatori, giocatori e dirigenti riguardo all’operato degli arbitri nei match internazionali. Lo richiede l’Irb ufficialmente, ricordando alle varie federazioni che il rispetto dell’arbitro è uno dei massimi valori del rugby.

Le parole di Bernard Lapasset sono chiare e nette. “Uno dei valori del rugby è la sua cultura del rispetto per l’avversario e l’arbitro, che è una parte fondamentale del gioco. Eppure c’è stata una lenta ma intensa crescita delle critiche pubbliche agli arbitri e alle loro prestazioni da parte di allenatori e giocatori – ha dichiarato il numero 1 del rugby mondiale –. Gli arbitri, come i giocatori, commettono errori, ma è importante che si lavori tutti assieme affinché le prestazioni degli arbitri vengano discusse nelle sedi preposte”.

Aiutando, forse, le federazioni a far crescere il livello della loro classe arbitrale, perché come il rugby mondiale deve spingere per avere giocatori sempre più preparati e capaci, così deve garantire che lo stesso valga anche per gli arbitri.

Credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia