Follia Fiji: esonerato il ct Inoke Male per risparmiare soldi

Il rugby figiano vive un momento difficilissimo, con la Federazione sotto accusa per la gestione economica degli ultimi anni. E a pagare è il coach della nazionale, vittima della “spending review”.

Esonerato per mancanza di soldi. Vittima della “spending review” figiana, alle prese con una crisi economica e con una gestione federale che ha messo a rischio i fondi dell’Irb destinati allo sviluppo del rugby nelle isole pacifiche. Follie che succedono solo nelle Fiji.

Inoke Male non è, dunque, più l’allenatore delle Fiji, nazionale che a giugno affronterà l’Italia nei test match estivi e che dovrà sfidare le Isole Cook il 28 giugno nel match decisivo per la qualificazione mondiale a “Inghilterra 2015”.

“Il mio licenziamento va oltre le mie possibilità di scelta. E’ qualcosa che ha deciso la Federazione – ha dichiarato Male all’AFP –. Mi sarebbe piaciuto guidare la squadra nella Pacific Rugby Cup (che inizia tra un mese, ndr.), nella sfida per la Rugby World Cup contro le Cook Islands e nei test match in Europa a novembre”. Ma non potrà farlo.

Male è uno dei cinque “dipendenti” della FRU a essere stati licenziati nell’ottica di ottimizzare le spese. Ora, però, bisogna capire chi la FRU metterà al suo posto. “Il suo ruolo verrà ricercato a livello locale e nazionale” dice il comunicato federale. Chi sarà, non si sa, ma sicuramente sarà una scelta al risparmio.

Credit image by Elena Barbini

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+