Giuda ballerino! Una cena di gusto.

Ieri sono uscita con un amico e tutta l’intenzione di sgranocchiare qualcosa bevendo vino. Giuda Ballerino! Ovviamente mi riferisco all’esclamazione tipica del Dylan Dog dei fumetti, al quale si sono ispirati per il nome del locale di Largo Appio Claudio, 344, che abbiamo scelto per la nostra serata. Oddio l’ha scelto lui e ha anche

di cuttv


Ieri sono uscita con un amico e tutta l’intenzione di sgranocchiare qualcosa bevendo vino. Giuda Ballerino! Ovviamente mi riferisco all’esclamazione tipica del Dylan Dog dei fumetti, al quale si sono ispirati per il nome del locale di Largo Appio Claudio, 344, che abbiamo scelto per la nostra serata. Oddio l’ha scelto lui e ha anche pagato il conto, altrimenti l’esclamazione avrei potuto benissimo farla io.

Lasciando da parte lo stato delle mie finanze al momento così cagionevoli da rendermi proibitivo anche il chiosco delle grattachecche, rimane il fatto che il locale che è al contempo, ristorante, osteria, winebar, caffetteria ed enoteca, è piccolo ma accogliente, il menù stuzzicante e i prezzi a dire il vero adeguati alle tariffe di questo genere di locali.

Il mio Montepulciano D’Abruzzo era notevole, mentre il Carré d’agnello con indivia caramellata e cipolla di Tropea all’agretto di more ha lasciato un segno che continuerà a strappare un piacevole ricordo agrodolce al mio palato. Consigliarvelo? Perché no! Soprattutto se vi piace il buon vino e sapori avventurosi come quelli elencati sulla lavagnetta menù.