Alluvione a Modena: quando fango e sudore non sono solo slogan rugbistici

I ragazzi del Rugby Carpi sono andati in aiuto delle popolazioni colpite in questi giorni dall’alluvione.

Migliaia di sfollati, danni ingenti, tanta paura. Dopo il terremoto di quasi due anni fa, ancora una volta la zona della Bassa tra Modena, Bomporto e Medolla viene messa in ginocchio dalla natura. E, ancora una volta, tra i tanti pronti ad accorrere in aiuto di chi ha perso tutto ci sono i rugbisti.

Nella notte tra martedì 21 e mercoledì 22 gennaio alcuni ragazzi del Rugby Carpi hanno effettuato un servizio di monitoraggio a vista dei canali nelle campagne di Medolla su richiesta del Comune. I ragazzi hanno passato le ore al freddo, aiutando i cittadini che non hanno – nonostante la situazione difficilissima – fatto loro mancare qualche genere di conforto. E i ragazzi del Carpi hanno già dato la loro disponibilità per tornare in qualunque momento a dare una mano.

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+