Italian Classic XV: gli azzurri lottano, ma vanno ko con gli Springboks

Contro Percy Montgomery e compagni gli azzurri restano in partita, ma non possono nulla nel primo turno del World Rugby Classic.

Si sapeva che sarebbe stata durissima, contro un Sudafrica solido e che schierava alcuni giocatori in campo nelle semifinali di Currie Cup 2014, più quel Percy Montgomery tra i migliori calciatori di tutti i tempi.
Ma gli Azzurri si sono battuti, hanno reagito alle mete avversarie e sul 14-7, dopo la meta di Dellape, hanno pure sfiorato il pareggio. L’ultima meta Springboks ha definitivamente chiuso il match.

I Classic gli Springboks sono andati in meta Stefan Terblanche (ex Ulster e Ospreys), Egon Seconds (ex Stormers) e Marc Watson (ex Lions), e tutte e tre le mete sono state convertite (due da Montgomery e una da Delarey Du Preez, ex Gloucester).

Soddisfatto coach Marcello Cuttitta: “Abbiamo affrontato alla pari una formazione di enorme spessore. Ora sotto con gli Stati Uniti, match che dobbiamo portare a casa”. Piccola soddisfazione: il Man of the Match è andato al terza linea del Cus Verona Riccardo Bergamin. L’Italia accede così alla parte Plate del tabellone, e sfiderà gli Stati Uniti, sconfitti per 56-7 dai Classic Lions.


Seguici su Google+

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia