Test Match 2014: Genova, l’allerta meteo ferma l’Italrugby

A Genova ieri le nuvole hanno minacciato un altro alluvione e, così, per gli azzurri niente allenamento in campo.

Niente allenamento sul sintetico del “Carlini” ieri per l’Italrugby, sbarcata all’NH Marina di Genova per preparare il Cariparma Test Match di sabato 15 novembre al “Ferraris” contro l’Argentina, seconda sfida dell’autunno internazionale dopo il successo colto sabato ad Ascoli contro Samoa. L’allerta meteo sul capoluogo ligure, con conseguente chiusura degli impianti sportivi, ha costretto Parisse e compagni a rinviare la prima sessione genovese sul campo, e la mattinata di oggi è stata dedicata allo stretching, all’analisi video ed alle riunioni tecniche.

Nel pomeriggio, una seduta in palestra ha permesso agli uomini di Jacques Brunel di riprendere almeno parzialmente il lavoro, in attesa di tornare in campo domani per cominciare a provare il piano di gioco da utilizzare contro i Pumas, reduci dalla sconfitta per 41-31 di Edinburgo contro la Scozia.

“Sicuramente le condizioni meteorologiche non sono state ideali oggi, e siamo dovuti rimanere in hotel in mattinata dedicandoci alle riunioni tecniche, alla riattivazione muscolare e all’analisi della partita con Samoa – ha spiegato il Manager azzurro, Luigi Troiani –. Voglio comunque ringraziare il Comitato Organizzatore ed il CUS Genova, a nome della FIR e della Squadra, per essersi attivati per trovare una soluzione e per il grande lavoro svolto in vista del nostro arrivo: superate le difficoltà odierne, sono sicuro che potremo avvicinarci alla sfida con i Pumas nel migliore dei modi”.

La vittoria su Samoa non ha lasciato particolari strascichi fisici sul gruppo azzurro e tutti gli atleti sono a disposizione dello staff per gli allenamenti dei prossimi giorni, con l’annuncio della formazione titolare previsto per giovedì alle 14.30 presso l’NH Marina. Questa mattina, alle 9.30, è previsto – salvo ulteriori problematiche di natura meteo – un doppio allenamento mattutino al “Carlini”.


Seguici su Google+

© Foto Elena Barbini – Tutti i diritti riservati