Tragedia Sulmona: in pericolo di vita il ventenne rugbista al volante

Marco è in coma farmacologico, mentre si scoprono maggiori dettagli sull’incidente che è costato la vita a Salvatore Di Padova.

Non si è spento il dolore per la tragedia che ha colpito ieri il Sulmona Rugby, con un giovanissimo rugbista, Salvatore Di Padova, morto nell’incidente stradale che ha coinvolto uno dei pulmini del club che tornava da un torneo. E continua a preoccupare lo stato del rugbista ventenne al volante del mezzo, ancora in pericolo di vita.

Marco, questo il suo nome, è in coma farmacologico e se la situazione è stabile non è ancora stato dichiarato fuori pericolo di vita. Altri due rugbisti, di 16 anni, sono in prognosi riservata, anche se non sono in pericolo di vita.

A rendere, se si può, ancor più tragico l’incidente è la notizia riportata da Il Centro, giornale locale, che racconta come alla guida del pulmino, come a ogni trasferta, ci sarebbe dovuto essere proprio il papà di Salvatore. Ma un dolore al ginocchio aveva bloccato l’uomo, che era salito su uno degli altri mezzi della squadra, lasciando il volante al giovane rugbista.

Sulla dinamica vige, invece, il massimo riserbo degli inquirenti, anche se è probabile che si sia trattato di una fatalità, forse dovuta da un colpo di vento particolarmente violento, o da un animale che avrebbe obbligato Marco a sterzare di colpo e uscire fuori strada.

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia