Cina: massacro in una scuola materna, squilibrato uccide a coltellate 3 bambini e 2 insegnanti

Nonostante i media ufficiali non riportino la notizia, l’ennesimmo massacro in una scuoola materna in Cina è stato reso noto da diversi blog e da alcuni quotidiani di Hong Kong.La vicenda è del tutto simile a quella che vi abbiamo riportato nel maggio scorso: ieri pomeriggio un 27enne è entrato in un asilo estivo di


Nonostante i media ufficiali non riportino la notizia, l’ennesimmo massacro in una scuoola materna in Cina è stato reso noto da diversi blog e da alcuni quotidiani di Hong Kong.

La vicenda è del tutto simile a quella che vi abbiamo riportato nel maggio scorso: ieri pomeriggio un 27enne è entrato in un asilo estivo di Zibo, nella provincia dello Shandong, ed ha aggredito le persone presenti, circa 20 tra bambini ed insegnanti, con un coltello.

Secondo le prime indiscrezioni cinque persone sono morte – due insegnanti e tre bambini – mentre altre 12 sono rimaste ferite. Non essendoci notizie ufficiali è piuttosto difficile, almeno per il momento, capire l’esatta dinamica dell’evento.

Il quotidiano Singtao Daily rivela che la strage è stata commessa da un ragazzo di 27 anni, probabilmente con problemi mentali, già arrestato dalle autorità locali.

Quella di ieri è la sesta strage compiuta in Cina dal marzo scorso: in totale ci sono stati 22 omicidi – inclusi 18 bambini – e più di 80 feriti.

Quasi sempre gli aggressori erano persone con problemi psichici che non hanno ricevuto le cure adeguate. Secondo le ultime statistiche, infatti, dei 173 milioni di persone che in Cina soffrono di problemi mentali, solo il 9% riceve assistenza. L’altro 91% no.

Tra gli autori delle altre stragi, due si sono suicidati, due sono stati giustiziati, mentre un altro è stato condannato a morte lo scorso giugno.

Via | AFP