Bari, omicidi: uccisi Luigi Cannone a Capurso e Michele Cipriani a Bitonto

Mattinata di sangue nel Barese con due omicidi in meno di due ore. A Capurso, poco dopo le 7, nei pressi di un bar, è stato ucciso con diversi colpi di pistola Luigi Cannone, 52 anni, già noto alle forze dell’ordine. Circa un’ora prima a Bitonto, in piazza Minerva, era stato colpito a morte Michele

di remar


Mattinata di sangue nel Barese con due omicidi in meno di due ore. A Capurso, poco dopo le 7, nei pressi di un bar, è stato ucciso con diversi colpi di pistola Luigi Cannone, 52 anni, già noto alle forze dell’ordine.

Circa un’ora prima a Bitonto, in piazza Minerva, era stato colpito a morte Michele Cipriani, raggiunto da più proiettili mentre attraversava la strada. Carabinieri e polizia stanno eseguendo i primi accertamenti e ascoltando alcuni testimoni. Cannone, scrive La Repubblica Bari

era ritenuto uomo di fiducia di Michelangelo Stramaglia, boss del clan dominante nei traffici di droga dei piccoli comuni dell’area del sud-est barese (Triggiano, Capurso, Valenzano). Il boss venne ucciso con un colpo di pistola all’addome il 24 aprile 2009, a Valenzano: secondo i carabinieri, che lo arrestarono per favoreggiamento, Cannone aveva assistito all’omicidio di Stramaglia senza però fornire elementi utili alle indagini. All’agguato sono seguiti nei mesi successivi varie altre uccisioni. (…) Sempre stamattina è stato arrestato dai carabinieri del Comando provinciale di Bari il terzo presunto componente del commando che la sera del 2 marzo 2001 uccise Giuseppe D’Aprile (…).

Foto | Flickr

I Video di Blogo

Ultime notizie su Mafia

Tutto su Mafia →