Venezia, falso allarme bomba in aeroporto: la circolazione riprende dopo l’ok degli artificieri

A far scattare l’allarme è stato un bagaglio abbandonato in aeroporto.


19.30: a far scattare l’allarme, lo hanno precisato poco fa le autorità aeroportuali, era stata una valigia sospetta lasciata incustodita in uno dei varchi di sicurezza dello scalo. Al suo interno è stato rinvenuto tutto il necessario per montare una tenda da campeggio, la conferma che si è trattato di un falso allarme.

18.45: l’allarme è rientrato, per fortuna si è trattato di una segnalazione senza fondamento. Dopo le verifiche degli artificieri, che hanno escluso la presenza di un ordigno, lo scalo ha ripreso la normale attività.

Allarme bomba all’aeroporto “Marco Polo” di Venezia, dopo che un bagaglio abbandonato ha insospettito le persone presenti e fatto scattare le procedure d’emergenza.

Lo scalo è stato fatto prontamente evacuare, mentre gli artificieri sono al lavoro per mettere in sicurezza il bagaglio e procedere con le operazioni di bonifica. Sul posto sono presenti anche la polizia di frontiera e i vigili del fuoco.

Tutti i voli in partenza dalle 17.45 in poi non sono decollati e il volo Meridiana in arrivo da Napoli alle 18 di oggi è stato dirottato verso l’aeroporto di Verona. Il ritardo previsto, almeno in questa prima fase di allarme, è di un’ora. Il volo Easyjet per Napoli e quello Carpatair per Chisinau delle 17.50 sono stati cancellati.

L’allarme sarà revocato solo quando saranno stati completati tutti i controlli richiesti dagli artificieri.