Champions Cup: Treviso è bella, ma non basta

Il Racing Métro vince a Monigo, ma soffre più del previsto per avere la meglio di una Benetton a sprazzi di qualità.

Parte bene Treviso che subito ruba una touche, anche se all’inizio è il Racing a fare subito la partita e a conquistare una punizione dopo 2 minuti di gioco, che i parigini decidono di calciare in rimessa laterale nei 22 biancoverdi. Errore Racing e occasione sprecata. Prova una touche “alternativa” Treviso, con Gori che si inserisce a prendere il lancio, ma il mediano si muove troppo presto e l’arbitro fischia. Si arriva, così, all’8′ quando un nuovo fallo trevigiano manda, questa volta, Sexton sulla piazzola che non sbaglia. Soffre Treviso in difesa, fa metri il Racing avanzando palla in mano, ma alla fine i biancoverdi trovano il placcaggio vincente e fermano i parigini. Continua a fare la partita il Racing Métro, ma tiene la difesa veneta che non rende mai pericolosa la mole di gioco fatta dai francesi. Al 19′ placcaggio alto su Nitoglia e Hayward cerca i pali e li trova per il pareggio.

Cresce la Benetton, con l’ottima difesa di Favaro e la mischia che obbliga al fallo i parigini, ma non concretizza la seconda occasione in attacco della partita. Veneti che soffrono un po’ troppo in touche, mentre reggono bene in difesa, ma non sfruttano così i palloni rubati agli avversari. Alla mezz’ora azione spettacolare e fortunatissima per il Racing, con il pallone che danza sulle dita di Lauret, che si riporta in attacco dopo l’ennesima rimessa persa dai biancoverdi. Fallo in mischia di Treviso e al 33′ Sexton ha la palla per il vantaggio parigino e l’apertura irlandese non sbaglia. Al 35′ è lo stesso Sexton a commettere fallo e a dare un’ottima chance alla Benetton, con Hayward che va sulla piazzola, ma manca i tre punti del pareggio. Si arriva, così, allo scadere dei primi 40′ con Treviso che prova a chiudere in attacco, ma Favaro commette in avanti e si va negli spogliatoi sul +3 per il Racing.

Parte subito con una touche persa il secondo tempo della Benetton, che subito subisce la folata offensiva dei parigini, soffre sui 5 metri e al 43′ arriva la prima meta del match con Henry Chavancy e il Racing allunga sul +10. Prova a inventare qualcosa Gori, ma non gli riesce l’eccessivo offload e il XV di Parigi si riporta in attacco. Il Racing gioca con più concretezza e velocità rispetto al primo tempo, soffre la Benetton – soprattutto in mischia con Harden – che perde anche Fuser per infortunio al 54′. Proprio un fallo in mischia di Harden manda Sexton sulla piazzola al 56′ e Racing che allunga ancora. Spettacolo di Michele Campagnaro, che in due occasioni si crea il buco nella difesa parigina e, alla fine, Treviso conquista una punizione in attacco che viene giocata alla mano e Zanni arriva a un passo dalla meta ma finisce in touche.

Spinge Treviso, bene Nitoglia e Campagnaro e al 62′ è proprio Ludovico Nitoglia a violare l’area di meta francese e Treviso che rientra in partita (-6) quando c’è ancora quasi un quarto di partita da giocare. Torna a spingere il Racing che ora pensa a vincere e non al possibile bonus e, così, al 67′ Sexton cerca i pali per andare oltre break. Prova la Benetton a fare male, a conquistare almeno il bonus difensivo, ma troppi palloni persi impediscono ai veneti di rendersi realmente pericolosi. Così al 74′ è, invece, Le Roux a trovare il buco che porta il Racing a un passo dalla meta che chiuderebbe il match. E match che si chiude quando Lauret schiaccia in meta. Esce sconfitta, così, la Benetton Treviso, ma rispetto alle ultime uscite segnali di ripresa sia in difesa sia quando ha provato a costruire qualcosa, con Michele Campagnaro in grande spolvero.

BENETTON TREVISO – RACING METRO 10-24
Domenica 26 ottobre, ore 18.15 – Stadio Monigo, Treviso
Treviso: 15 Jayden Hayward, 14 Simone Ragusi, 13 Michele Campagnaro, 12 Luca Morisi, 11 Ludovico Nitoglia, 10 Samuel John Christie, 9 Edoardo Gori, 8 Alessandro Zanni, 7 Meyer Swanepoel (77′ Marco Barbini), 6 Simone Favaro, 5 Tomas Vallejos (71′ Leo Auva’A), 4 Marco Fuser (54′ Mat Luamanu), 3 Rupert Harden (71′ Romulo Acosta), 2 Davide Giazzon (77′ Amar Kudin), 1 Matteo Zanusso (55′ Albert Alfred Anae)
Racing Metro: 15 Brice Dulin, 14 Juan Imhoff, 13 Henry Chavancy, 12 Jamie Roberts (76′ Yoan Audrin), 11 Teddy Thomas; 10 Jonny Sexton, 9 Maxime Machenaud (60′ Mike Phillips), 8 Antonie Claassen (74′ Camille Gerondeau), 7 Bernard Le Roux, 6 Wenceslas Lauret, 5 Luke Charteris, 4 Juandre Kruger, 3 Brian Mujati (51′ Luc Ducalcon), 2 Virgile Lacombe (71′ Jeremie Maurouard), 1 Eddy Ben Arous (51′ Julien Brugnaut)
Arbitro: Luke Pearce
Marcatori: 9′ cp. Sexton, 20′ cp. Hayward, 33′ cp. Sexton, 43′ m. Chavancy tr. Sexton, 56′ cp. Sexton, 62′ m. Nitoglia tr. Hayward, 67′ cp. Sexton, 75′ m. Lauret


Seguici su Google+

I Video di Blogo