Tokyo 2020, è ufficiale: il Giappone rinvia le Olimpiadi al 2021

La decisione è stata presa dopo una conference call tra Shinzo Abe e Thomas Bach.

Nonostante fino a stamattina il countdown continuasse a segnare -122 giorni all’inizio delle Olimpiadi di Tokyo, ora bisognerà aggiungere un anno perché è stato ufficializzato lo spostamento dei Giochi al 2021. Il motivo è, ovviamente, la pandemia di coronavirus e la decisione è stata annunciata dal primo ministro giapponese Shinzo Abe dopo una conference call con il Presidente del Comitato Olimpico Internazionale Thomas Bach.

Alla conference call hanno partecipato anche il governatore di Tokyo Yuriko Koike, il presidente del comitato organizzatore Yoshiro Mori, il ministro giapponese dei Giochi Olimpici Seiko Hashimoto. Le Olimpiadi, dunque, non inizieranno il 24 luglio 2020, ma in un giorno da definire del 2021.

Shinzo Abe ha detto che ora anche il Cio è d’accordo al cento per cento con la decisione di posticipare i Giochi di un anno, in questo modo il programma potrà essere mantenuto intatto, senza modifiche ed è di certo la decisione migliore anche per gli sponsor e le tv. Chiaramente il rinvio costerà parecchio dentro, ma il pressing di federazioni internazionali e comitati olimpici era diventato ormai troppo forte e il Giappone si è dovuto piegare.

Ultime notizie su Olimpiadi

Tutto su Olimpiadi →