Rinviato il Giro d’Italia 2020 causa coronavirus

Il Giro d’Italia 2020 è rinviato. La gara “rosa” non partirà il 9 maggio come previsto causa coronavirus

Il Giro d’Italia 2020 è rinviato. La gara “rosa” non partirà il 9 maggio come previsto a causa dell’emergenza coronavirus: “Rcs Sport, vista la situazione nazionale e internazionale, comunica che viene posticipata la data del Giro d’Italia 2020. La nuova data sarà annunciata non prima del 3 aprile quando termineranno le disposizioni previste dal D.P.C.M. del 4 marzo 2020”.

Il gruppo “Gazzetta dello Sport” spiega che la nuova data del Giro verrà decisa “dopo che l’organizzazione si sarà confrontata con il Governo, gli Enti locali e territoriali e le Istituzioni sportive italiane e internazionali”.

Il Giro d’Italia quest’anno sarebbe dovuto partire da Budapest, in Ungheria, ma il governo a causa della diffusione del Covid-19 ha dichiarato lo stato di emergenza che vieta di organizzare e tenere eventi di massa e competizioni internazionali sul territorio nazionale. Il Comitato organizzatore delle tappe ungheresi del Giro d’Italia ha quindi dichiarato l’impossibilità a ospitare la partenza del Giro il 9 maggio prossimo.

Qualche giorno fa Mauro Vegni, direttore del Giro d’Italia, faceva notare che “spostare classiche come Strade Bianche e Milano-Sanremo è possibile, sono corse di un giorno. È molto più complicato pensare ad una cosa del genere per il Giro” che dura tre settimane, con tutto quello che ciò comporta.