Londra: 19enne tenne prigioniere tre ragazzine e filmò gli abusi commessi su di loro. Dovrà scontare almeno 7 anni in carcere

Ha violentato due ragazzine di 13 e 14 anni ed ha filmato il tutto con un telefono cellulare, realizzando quello che la stampa britannica ha definito un video sullo stile del film Blair Witch Project.Lui si chiama Jay Jay Alexander, ha 19 anni e lo scorso 25 gennaio, insieme a due suoi amici di 16


Ha violentato due ragazzine di 13 e 14 anni ed ha filmato il tutto con un telefono cellulare, realizzando quello che la stampa britannica ha definito un video sullo stile del film Blair Witch Project.

Lui si chiama Jay Jay Alexander, ha 19 anni e lo scorso 25 gennaio, insieme a due suoi amici di 16 anni, ha invitato tre ragazzine a seguirlo negli spogliatoi, ormai in disuso, di una pista da corsa a Leyton, nel quartiere londinese di Waltham Forest.

Le tre – una 13enne e due 14enni – prima hanno seguito i tre giovani, poi quando Alexander ha offerto loro marijuana e vodka, hanno cercato di andarsene.

A quel punto il 19enne ha rotto la bottiglia di vodka ed ha ferito una di loro, minacciandole di averle uccise se non avessero eseguito i suoi ordini.

Mentre i due 16enni stavano a guardare, Alexander ha iniziato a picchiare e molestare le tre ragazzine, documentando tutto col suo telefono cellulare. Ha trascinato la 13enne in una stanzetta buia e l’ha violentata, sempre continuando a riprendere.

Gli abusi sono durati più di tre ore, fino a quando uno dei complici di Alexander, disgustato da quanto stava succedendo, ha allertato le autorità, che hanno messo fine alle violenze.

Oggi, dopo un mese di processo, il 19enne è stato condannato: carcere a vita con l’obbligo di scontare almeno 7 anni prima di poter avanzare richiesta per la libertà vigilata.

Via | Daily Mail