Champions Cup: Treviso non ha mischia e perde male

Si è conclusa a Swansea una sfida a senso unico che ha mostrato tutti i limiti di alcuni acquisti estivi dei biancoverdi.

Male la touche, male la mischia chiusa, male le maul difensive. C’è poco da salvare nell’esordio europeo della Benetton Treviso, con solo i soliti Favaro, Zanni e Minto a provare a reagire alla superiorità degli Ospreys. Male, ancora una volta, i nuovi arrivi, da Harden a Manu, da Anae ad Hayward.

Lunga fase di studio a Swansea, fino al quinto minuto, quando una touche persa lancia gli Ospreys in attacco, obbliga Treviso al fallo e Dan Biggar non manca i pali per il vantaggio dei padroni di casa. Soffre Treviso, un errore di Nitoglia nei propri 22 rimanda Biggar sulla piazzola e Ospreys che allungano. Prova a reagire la Benetton, ma non fa strada e un altro fallo di confusione manda per la terza volta l’apertura gallese a cercare i pali e gli Ospreys vanno a +9. Gallesi che difendono in maniera aggressiva, impediscono ai veneti di ragionare e costruire e Treviso che si deve affidare troppo spesso al piede per muovere l’ovale.

Male in touche e in mischia la Benetton e al 22′ arriva la prima meta del match, con Hassler che chiude un’azione nata proprio da una mischia vinta nettamente dagli Ospreys che così scappano via dopo un solo quarto di gioco. Al 26′ va in meta Nitoglia, ma l’azione è viziata da un in avanti e l’arbitro ferma il gioco. Al 33′ difende sulla linea di meta la Benetton, ma è obbligata a far fallo e il neoentrato Fuser va in panchina per 10 minuti. E, così, subito dopo ecco la seconda meta gallese con Rhys Webb e Ospreys che virtualmente chiudono il match a sei minuti dall’intervallo. Primo tempo che, così, si chiude sul 23-0 per gli Ospreys, con poca Benetton che paga soprattutto i problemi in touche e mischia.

La ripresa inizia con Salesi Manu al posto di un negativissimo Harden in prima linea. Non cambia, però, la musica in mischia, con Treviso sofferente. Altro fallo in maul dei biancoverdi e occasione d’oro per gli Ospreys, che puntano ad arrivare al bonus, cui mancano ancora due mete. Ancora un fallo veneto in difesa, ancora un attacco gallese, ancora un fallo e secondo giallo, questa volta per Salesi Manu. Subito premono gli Ospreys, entrano in area di meta, la difesa cerca di tenere l’ovale sollevato, ma Daniel Evans schiaccia e 30-0 per i gallesi. Ora è un monologo Ospreys, con Treviso che si limita a difendere, ma l’attacco gallese è devastante e al 54′ il buco deciso dà ai padroni di casa il bonus, mentre Treviso si lecca le troppe ferite. A proposito di ferite, al 59′ esce in barella Dan Baker e match fermo per lunghi minuti.

Al 63′ quinta meta degli Ospreys, questa volta con Daniel Evans che conclude un’azione in cui la difesa della Benetton si fa trovare impreparata e punteggio che assume numeri imbarazzanti per Umberto Casellato e i suoi. Prova a costruire qualcosa nel finale la Benetton Treviso, con i gallesi che rallentano il ritmo in un match ormai finito da tempo. Ma a segnare, per la sesta volta, è ancora il XV gallese, ma l’arbitro annulla per un netto velo ai danni di Marco Barbini. Arriva al 78′ la meta della Benetton con Ludovico Nitoglia che si invola dopo un’azione partita da un placcaggio di Luca Morisi e veneti che almeno non chiudono a zero punti la partita. Chiudono in attacco gli Ospreys, ma Treviso che si salva e finisce così.

OSPREYS – BENETTON TREVISO 42-7
Domenica 19 ottobre, ore 14.00 – Liberty Stadium, Swansea
Ospreys: 15 Daniel Evans, 14 Jeff Hassler, 13 Andrew Bishop, 12 Josh Matavesi (54′ Sam Davies), 11 Eli Walker, 10 Dan Biggar, 9 Rhys Webb, 8 Dan Baker (59′ Joe Bearman), 7 Sam Lewis (64′ Justin Tipuric), 6 James King, 5 Alun-Wyn Jones (59′ Rynier Bernardo), 4 Lloyd Peers, 3 Dmitri Arhip (58′ Aaron Jarvis), 2 Scott Baldwin (59′ Scott Otten), 1 Nicky Smith (58′ Duncan Jones)
Treviso: 15 Jayden Hayward, 14 Angelo Esposito (54′ Michele Campagnaro), 13 Luca Morisi, 12 Enrico Bacchin, 11 Ludovico Nitoglia, 10 Joe Carlisle (51′ Romulo Acosta, 57′ Joe Carlisle), 9 Alberto Lucchese (61′ Edoardo Gori), 8 Francesco Minto (69′ Marco Barbini), 7 Alessandro Zanni, 6 Simone Favaro, 5 Tomas Vallejos (55′ Meyer Swanepoel), 4 Antonio Pavanello (26′ Marco Fuser), 3 Rupert Harden (41′ Salesi Manu), 2 Albert Alfred Anae (41′ Davide Giazzon), 1 Matteo Zanusso (64′ Romulo Acosta)
Arbitro: Pascal Gauzère
Marcatori: 6′ cp. Biggar, 9′ cp. Biggar, 14′ cp. Biggar, 22′ m. Hassler tr. Biggar, 35′ m. Webb tr. Biggar, 47′ m. Evans tr. Biggar, 54′ m. Baker tr. Biggar, 63′ m. Evans, 78′ m. Nitoglia tr. Carlisle
Cartellini gialli: 33′ Fuser, 46′ Manu


Seguici su Google+

© Foto Benetton Treviso/Marco Sartori – Tutti i diritti riservati

I Video di Blogo