Farmaci: riduzione generalizzata del 5% e ticket «automatico» alle Regioni che sfondano il budget

Domani verranno pubblicate in Gazzetta Ufficiale le misure approvate ieri dal Consiglio di Amministrazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa). E’ prevista la riduzione generalizzata del 5% sul prezzo di tutti i farmaci rimborsati dal Servizio Sanitario Nazionale (fascia A),e l’applicazione di uno sconto al produttore pari allo 0,6% sul prezzo rideterminato a partire dal 1°

Domani verranno pubblicate in Gazzetta Ufficiale le misure approvate ieri dal Consiglio di Amministrazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa).

E’ prevista la riduzione generalizzata del 5% sul prezzo di tutti i farmaci rimborsati dal Servizio Sanitario Nazionale (fascia A),e l’applicazione di uno sconto al produttore pari allo 0,6% sul prezzo rideterminato a partire dal 1° ottobre 2006.

Sarà possibile consultare on line la lista completa dei farmaci interessati dalle misure, domani sul sito dell’Agenzia. (www.agenziafarmaco.it)

“L’Agenzia Italiana del Farmaco – si legge in una nota della stessa – ha concordato, fornendo tutte le informazioni disponibili, con le Associazioni dei distributori e con le Farmacie tutte le modalità di attuazione dei provvedimenti al fine di non creare alcun disagio ai cittadini.”

Il Governo stringe i freni della spesa farmaceutica. Con la Finanziaria 2007, inoltre, il ticket «automatico» alle Regioni che sfondano il loro budget.

Leggi

Sebbene l’intera partita dei ticket (su pronto soccorso e day hospital, ma anche sull’aumento della franchigia per visite e analisi) sia destinata a restare aperta fino all’ultimo, qualcosa comincia a trapelare dai contenuti del «Patto». Che riserva un capitolo a parte proprio alla spesa farmaceutica: se sarà superato il tetto del 13% sulla spesa sanitaria totale, le Regioni (sono 13 le Regioni senza ticket sui farmaci) dovranno applicare «una quota fissa per ricetta e/o confezione»per garantire la copertura del 40% dello sfondamento che è a carico delle Regioni. Un altro altolà è poi destinato alle Regioni in grave deficit che non riescano a raggiungere gli obiettivi intermedi di risanamento concordati con Economia e Salute: potranno applicare addizionali Irpef e Irap oltre i livelli massimi previsti per legge.

Ultime notizie su Risparmiare

Tutto su Risparmiare →