Australia: Ewen McKenzie si dimette dai Wallabies

Prima del test contro gli All Blacks il tecnico al centro delle polemiche ha rassegnato le dimissioni.

Non è più Ewen McKenzie il tecnico dell’Australia. A poche ore dalla sfida contro la Nuova Zelanda, infatti, il coach ha rassegnato le dimissioni in mano a Bill Pulver, ceo della Federazione australiana. Una scelta arrivata dopo settimane difficili, tra le sconfitte in campo, l’affaire Kurtley Beale e lo scandalo Di Patston. Un’avventura durata poco per McKenzie, che soprattutto paga i giochini politici fatti alle sue spalle in questi mesi.

“Non ho chiesto a Ewen di dimettersi, ma capisco la sua decisione. Egli mi ha informato questa mattina della sua intenzione di dimettersi, a prescindere dal risultato di stasera. Ewen è un allenatore di livello mondiale e un individuo di classe mondiale che si è impegnato a far giocare un rugby divertente per i nostri tifosi. Gli auguriamo tutto il bene possibile per il futuro professionale e personale”.

Così Bill Pulver nel comunicato ufficiale dell’Aru, dove viene detto che la ricerca del sostituto è iniziata. Una ricerca giocoforza rapida, con l’Australia che tra poche settimane sarà di nuovo in campo nei test match autunnali in Europa. La volontà è di trovarlo entro venerdì prossimo, quando la squadra partirà per il tour. In pole position ci sarebbero Jake White e Michael Cheika.


Seguici su Google+