Test Match 2014: All Blacks a Chicago, gli USA a ranghi completi

Trovato l’accordo tra gli US Eagles e i club di Premiership per liberare i nazionali americani che giocano in Inghilterra.

Ci saranno anche gli americani d’Inghilterra a Chicago il prossimo 1 novembre, quando al Soldier Field gli USA ospiteranno gli All Blacks, in una sfida storica per il rugby a stelle e strisce. La Federazione americana e i club della Premiership inglese, infatti, hanno raggiunto un accordo affinché gli Eagles possano avere a disposizione i giocatori che militano in Inghilterra.

La sfida tra USA e Nuova Zelanda, infatti, non rientra nelle finestre internazionali dell’Irb che obbliga i club a liberare i giocatori e, dunque, serviva un accordo ‘extragiudiziale’ affinché gli USA potessero schierare alcuni dei loro pezzi da novanta, come Samu Manoa, Blaine Scully, Chris Wyles e Hayden Smith. Un accordo che, però, rende i quattro giocatori indisponibili per gli altri test di novembre, che vedranno l’America sfidare Romania, Tonga e Fiji.

Un compromesso che permetterà ai coach USA di sperimentare giocatori giovani nelle tre tasferte europee, mentre gli Stati Uniti potranno schierare la formazione migliore contro i più forti, gli All Blacks, in un match che vedrà riempire il Soldier Field di Chicago con 60mila appassionati, mentre la diretta tv sull’NBC porterà la sfida potenzialmente nella casa di 115 milioni di famiglie americane.


Seguici su Google+

I Video di Blogo