Rovigo: Ati, la moglie di Bergamirco, litiga con la società per un calendario

Momenti di tensione, ieri, durante la presentazione di un calendario a scopo benefico promosso dai coniugi Bergamasco.

Una notizia che sembra essere uno di quei fake (le notizie palesemente false che, però, i gonzi dei social network riprendono cascandoci come pere cotte) tanto frequenti su Facebook. Invece, ahimè, è tutto vero.

Ieri a Rovigo c’è stato un “incidente diplomatico” che ha coinvolto la società rossoblu e Ati Safavi, cioè la moglie di Mirco Bergamasco. Oggetto del contendere? Due calendari realizzati nella città veneta e che verranno entrambi messi in vendita in contemporanea questo weekend al Battaglini.

Ieri, infatti, è stato presentato un calendario a scopo benefico, in cui i giocatori del Rugby Rovigo si sono fatti fotografare assieme ai cani del rifugio Cipa. Un progetto pensato e voluto proprio da Ati e Mirco, entrambi volontari nel canile. Un calendario che sarà in vendita da questo fine settimana in occasione del match casalingo dei rossoblu. E qui è nata la polemica.

Il Rovigo, infatti, ha creato un altro calendario ufficiale, che verrà messo in vendita in contemporanea con quello benefico. Una scelta che la signora Bergamasco non ha apprezzato e, da quel che raccontano le cronache, tra Ati e la dirigenza rossoblu sono volate parole pesanti. Che hanno portato addirittura a spostare la conferenza dalla Club House allo spazio adiacente, all’aperto e al freddo.

Una scena surreale, suggellata da un tweet sul suo profilo ufficiale della moglie di Mirco Bergamasco, che ha sbottato con un eloquente (seppur in francese) “Questo non mi era mai capitato… la mancanza di rispetto e il comportamento di un dirigente di fronte a un’opera di beneficenza. Benvenuti a Rovigo!”.

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+