Crisi Europa: i gallesi attaccano le federazioni europee

Un comunicato duro delle regioni gallesi mette in dubbio la serietà e l’equità delle contrattazioni nei diritti tv del rugby europeo.

Non lo dicono chiaramente, ma il riassunto del comunicato pubblicato oggi dalle regioni gallesi è “perché le federazioni sono incompetenti?”. Un documento in otto punti che mette nero su bianco tutte le questioni – economiche – sul tavolo. Eccoli.

1. Perché è accettabile che i club scozzesi ricevono circa 2.45 milioni di euro per ogni squadra attraverso l’ERC gestita dalle Federazioni, quando le regioni gallesi ricevono solo 1.225 milioni per squadra?

2. Perché è accettabile che le squadre italiane ricevano circa € 2,3 milioni per squadra sempre dall’ERC delle Federazioni?

3. Questa è l’attuale situazione e non abbiamo ricevuto alcuna garanzia che ciò cambi sotto il nuovo torneo a 5 Nazioni proposto dalle Federazioni.

4. Con i club francesi in grado di negoziare ricavi televisivi ben al di sopra dei 65 milioni di euro per il loro campionato, perché il ricavo dalla TV francese per la nuova coppa europea, negoziato dalle Federazioni, è stimato essere solo di 14 milioni?

5. Con i club inglesi in grado di negoziare ricavi televisivi di 22 milioni di sterline dal loro campionato, perché le Federazioni sono in grado di raggiungere solo un fatturato di 5,5 milioni di sterline per i diritti televisivi primari della RaboDirect Pro12?

6. Con il significativo contributo proposto di 3.2 milioni di sterline dalla televisione gallese per i diritti televisivi secondari per Pro12, perché il contributo stimato dalla tv irlandese è di solo £910.000 e dalla televisione scozzese solo £140.000?

7. Sulla base di tutto quanto descritto sopra, vi sono degli squilibri nei ricavi televisivi ottenuti tra le varie competizioni internazionali (e di club) negoziati dalle Federazione. Perché?

8. Se questo è il caso, come può essere corretto affinché vengano garantite alle regioni le risorse per mantenere e far crescere il gruppo di giocatori gallesi professionisti utili per le regioni stesse e per la nazionale?

Insomma, per Ospreys, Cardiff Blues, Scarlets e Newport Dragons la capacità delle Federazioni di gestire i diritti tv – e gli squilibri che ne derivano – sono evidenti e sono il problema principe nell’attuale caos europeo.

Credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

I Video di Blogo