Crisi Europa: gli inglesi sperano nel Sei Nazioni per salvare le Coppe

La Federazione inglese propone di affidare la gestione della Heineken Cup al Board che già gestisce il Sei Nazioni e la Rabodirect Pro 12.

No, non i club. Quelli vanno avanti per la loro strada. Parliamo della Rfu, la federazione inglese di rugby. Che nel caos europeo inseriscono una nuova variabile che potrebbe trovare tutti (più o meno) d’accordo. Ma questa volta potrebbero essere i francesi a dire no.

Il futuro del rugby europeo passa, ormai si è capito, dai soldi e soprattutto dalla governance. Che i club inglesi (e pure buona parte dei francesi) non vogliono più in mano all’Erc. Ed ecco l’ultima proposta messa sul tavolo. Non assurda, se ci si pensa, ma chi sa se risolutiva.

Secondo quanto racconta la BBC, infatti, l’idea per tornare a coinvolgere i club inglesi nelle coppe europee sarebbe quello di far passare la gestione delle future Heineken Cup allo stesso Board che si occupa del Sei Nazioni (e della Pro 12, ndr.). Una proposta che farebbe sbloccare la situazione, almeno secondo le voci che girano, dal punto di vista inglese, ma che al momento non ha raccolto i favori della FFR, la federazione francese.

Una nuova governance permetterebbe ai club inglesi di restare legati alla BT da un punto di vista dei diritti tv, lasciando comunque buona parte del pallino in mano alla federazioni, che nel board del Sei Nazioni la fanno da padrona. Che possa essere una soluzione definitiva, o solo una soluzione ponte, non si sa, ma sicuramente sarebbe un’opzione che riaprirebbe le porte a una Coppa Europa che coinvolga tutti i più importanti club del Vecchio Continente.

Credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+