Video divertenti: Robert Barbieri, il canguro e quella meta da cineteca

L’esordio della terza linea azzurra nella Premiership inglese è stata caratterizzata da un gesto tecnico fantastico.

“Saltellare, saltellare, hop, hop” si sente cantare in alcuni stadi. In altri, invece, quando si intona il termine saltellare di solito non è in senso positivo, con il classico “Chi non salta…”. A Leicester, sabato, hanno scoperto un nuovo significato sportivo della parola. A metterlo in pratica il nostro Robert Barbieri, all’esordio in Premiership con i Tigers. Guardate qui sopra cosa si è inventato per mandare in meta Mele.


!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?’http’:’https’;if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+’://platform.twitter.com/widgets.js’;fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document, ‘script’, ‘twitter-wjs’);

Seguici su Google+