Heineken Cup: Treviso, dalla nebbia spunta l’Ulster

Si è appena conclusa la sfida di Monigo, valida per il quarto turno della Coppa Europa di rugby.

Match ben più equilibrato (per un’ora, almeno) di quello di sette giorni fa a Treviso, dove la Benetton saluta Franco Smith con una sconfitta, ma al termine di una partita ben diversa da quella di Belfast. Non bellissima, disturbata dalla nebbia (vedi foto), dove i veneti oppongono a lungo una buona resistenza all’Ulster, prima del crollo nell’ultimo quarto.

Nebbia fitta a Monigo per dare l’addio a Franco Smith. Nebbia fitta per i giocatori della Benetton Treviso e dell’Ulster all’ingresso in campo. Primi minuti di marca nordirlandese, con i veneti che difendono bene, perdono una touche importante, ma non danno spazi all’Ulster e così si resta sullo 0-0 dopo otto minuti di gioco. Si arriva al 12′ prima che gli ospiti mettono sul tabellino i primi tre punti. Treviso che soffre in mischia, perde troppi ovali in avanti, ma match che comunque si mantiene equilibrato, senza nessuna delle due squadre che riesce a emergere dalla nebbia. Così senza grandi emozioni si arriva alla fine del primo quarto con il XV di Franco Smith che regge alla botta dell’Ulster in avanti.

Match molto spezzettato per i tanti errori da entrambe le parti, mentre poco alla volta inizia a imporre il proprio gioco la Benetton e quando si arriva quasi alla mezz’ora i padroni di casa portano a casa un piazzato che Di Bernardo non sbaglia per il 3-3. Poco dopo Paddy Jackson grazia i biancoarancio con un brutto calcio, mentre Treviso inizia a ingranare anche in mischia, costringendo l’Ulster all’indisciplina del pack. Nel momento migliore per i veneti, però, arriva la meta dei nordirlandesi con Luke Marshall, che approfitta di una distrazione della Benetton. Il finale di primo tempo è di marca Ulster, che conquista una punizione e così chiude il primo tempo sull’11-3.

La ripresa inizia con i nordirlandesi che premono sull’acceleratore, evidentemente intenzionati a chiudere un match ancora in equilibrio dopo 40 minuti. Al 46′ fallo e proteste della Benetton e Paddy Jackson può allungare ancora per gli ospiti e non sbaglia. Treviso prova a reagire, ma l’impatto veneto non è devastante e l’Ulster difende senza difficoltà, facendo arretrare i padroni di casa e obbligandoli a perdere l’ovale. Proprio un tenuto biancoarancio al 54′ manda Ruan Pienaar sulla piazzola e il mediano di mischia sudafricano sbaglia. Soffre Treviso, preme l’Ulster, al 58′ resta in quattordici la Benetton per un avanti volontario di Brendan Williams, ma i veneti resistono comunque in difesa.

Fino al 63′, quando il muro Benetton cede e Craig Gilroy va oltre la linea di meta per la seconda realizzazione degli ospiti, che di fatto chiudono qui la partita. Ora Treviso è in ginocchio, arriva anche il secondo giallo – questa volta a Luke McLean – e i padroni di casa rischiano il tracollo nel finale. Subito dopo arriva la terza meta, di Robbie Diack, al termine di un’ammucchiata confusa e dopo serve il TMO per (forse) capire che è successo. Prova una reazione d’orgoglio la squadra di Smith, che dopo un lungo assedio nordirlandese si ripresenta finalmente in zona d’attacco, ma perde l’abbrivio giusto a un passo dalla linea di meta. E il bonus arriva a due minuti dalla fine, con Jared Payne che schiaccia, punendo esageratamente la Benetton, ma dando all’Ulster il risultato voluto.

BENETTON TREVISO – ULSTER 3-35
Sabato 14 dicembre, ore 14.35 – Stadio Monigo, Treviso
Treviso: 15 Brendan Williams, 14 Edoardo Gori, 13 Ludovico Nitoglia, 12 Alberto Sgarbi, 11 Luke McLean, 10 Alberto Di Bernardo, 9 Tobias Botes, 8 Robert Barbieri, 7 Manoa Vosawai, 6 Alessandro Zanni, 5 Cornelius van Zyl, 4 Antonio Pavanello, 3 Lorenzo Cittadini, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Michele Rizzo
In panchina: 16 Giovanni Maistri, 17 Alberto de Marchi, 18 Ignacio Fernandez Rouyet, 19 Valerio Bernabo, 20 Dean Budd, 21 Paul Derbyshire, 22 Michele Campagnaro, 23 James Ambrosini
Ulster: 15 Jared Payne, 14 Andrew Trimble, 13 Darren Cave, 12 Luke Marshall, 11 Craig Gilroy, 10 Paddy Jackson, 9 Ruan Pienaar, 8 Roger Wilson, 7 Sean Doyle, 6 Robbie Diack, 5 Dan Tuohy, 4 Johann Muller, 3 John Afoa, 2 Rob Herring, 1 Tom Court
In panchina: 16 Niall Annet, 17 Callum Black, 18 Declan Fitzpatrick, 19 Neil McComb, 20 Mike McComish, 21 Paul Marshall, 22 Michael Allen, 23 David McIlwaine
Arbitro: Greg Garner
Marcatori: 12′ cp. Jackson, 30′ cp. Di Bernardo, 38′ m. Marshall, 40′ cp. Jackson, 47′ cp. Jackson, 63′ m. Gilroy tr. Jackson, 68′ m. Diack tr. Jackson, 79′ m. Payne tr. Jackson
Cartellini gialli: 58′ Williams, 67′ McLean

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

I Video di Blogo