Heineken Cup: Irlanda e Francia la fanno da padrone

Facciamo il punto della Coppa europea al giro di boa.

Giro di boa in Europa, con la Heineken Cup che saluta il terzo turno e si prepara, il prossimo weekend, a disputare la quarta giornata. Momento di fare i primi bilanci e capire chi è ancora in corsa per i quarti di finale. E a dominare sono i club irlandesi e francesi.

Dominio Leinster nel gruppo 1, con i dubliners che con tre vittorie e un bonus offensivo hanno ben cinque lunghezze di vantaggio sul Castres. Giochi chiusi? La matematica dice di no, ma sarà difficile per i francesi rientrare in gioco. Insomma, dopo aver vinto la Challenge Cup un anno fa, quest’anno gli irlandesi puntano al bersaglio grosso.

Nel gruppo 2, invece, è tutto più aperto, con il Tolone primo con dieci punti e due vittorie, ma che deve ringraziare i bonus per avere una lunghezza di vantaggio sui Cardiff Blues. E non è fuori dai giochi neppure Exeter, che però deve cambiare marcia, staccato di tre punti, ma sempre in partita sino a ora, con due bonus difensivi portati a casa.

Sembrava già spianata la strada del Tolosa nel gruppo 3, ma il crollo casalingo contro Connacht rimette tutto in discussione, con i francesi affiancati dai Saracens e gli irlandesi di Galway staccati solo di un punto. Tutto, dunque, ancora in gioco, anche se questo pool è sicuramente candidato a regalare un posto ai quarti anche al secondo qualificato, soprattutto se le Zebre non faranno scherzi e resteranno terra di conquista.

Clermont vola nel gruppo 4, ma più per demeriti altrui che per la propria superiorità. I francesi travolgono gli Scarlets, ma devono ringraziare gli Harlequins che espugnano parigi e fermano il Racing Métro, permettendo a Clermont di girare la boa con tre punti di vantaggio sugli avversari. Giochi non chiusi, ma sicuramente i francesi in giallo hanno messo una buona mano sui quarti di finale.

Corsa a due, poi, nel gruppo 5, con Ulster e Leicester Tigers che hanno regolato nettamente le pratiche Treviso e Montpellier e ora si giocheranno l’accesso ai playoff tra di loro. Decisiva sarà la sfida diretta, con entrambe che dovranno stare attenti a non inciampare in Francia e in Italia. Chance anche per la seconda qualificata per un posto nei quarti.

Infine, il gruppo 6, dove il Munster ha un vantaggio minimo sugli inseguitori. Un girone senza “squadre materasso” e dove ogni match può ribaltare la classifica e i favori dei pronostici. In corsa, oltre agli irlandesi, ancora il Gloucester e – anche se con pochissime chance – il Perpignan. Il prossimo weekend dovrebbe eliminare una delle concorrenti e chiarire di più la situazione.

Insomma, al giro di boa si può fare un riassunto della Heineken Cup abbastanza preciso. In corsa, con reali chance, per i playoff sono ancora in 17 squadre, ma alcune priorità sono chiare. E, guardando alle nazioni, si vede che dopo 240′ di gioco in vetta ai sei gironi ci sono tre club irlandesi, tre francesi e uno inglese (a parimerito); mentre virtualmente in corsa per i quarti di finale restano sei francesi, cinque inglesi quattro irlandesi, e due gallesi.

Credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

I Video di Blogo