Diritti Tv & Rugby: Top 14, asta a due multimilionaria

La LNR ha rescisso il contratto con Canal+ e, ora, la storica emittente dovrà rispondere all’offerta ricchissima fatta da BeIN Sport.

Ne avevamo già parlato ad agosto, ora arriva l’ufficialità. La LNR, la lega che gestisce il Top 14 francese, ha deciso di rescindere a fine stagione il contratto che la lega a Canal+ e metterà all’asta i diritti tv del massimo campionato francese di rugby per i prossimi 4 anni.

Il contratto con Canal+ (che trasmette il Top 14 da 20 anni) firmato nel 2011 aveva un valore di 31,7 milioni l’anno per cinque anni e scadeva alla fine della stagione 2014/15. Ma una clausola rescissoria permette alla LNR di concluderlo 12 mesi prima e rimettere sul tavolo i diritti.

La decisione di anticipare i tempi è, ovviamente, economica. Perché il rugby francese da qualche mese è corteggiato insistentemente da BeIN Sport, emittente più piccola (1.8 milioni di abbonati contro i 9.8 di Canal+), ma che è disposta a offrire molto più del vecchio contratto in atto.

Ma la rescissione del contratto non esclude Canal+, anche perché fin da agosto i rumors in Francia parlavano di una scelta tattica da parte dei club francesi, i quali vogliono restare legati all’emittente storica, ma con l’ingresso di BeIN vogliono obbligare Canal+ ad alzare, e di tanto, la posta in gioco. Si parla di una base d’asta di oltre 60 milioni di euro a stagione.

Credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

I Video di Blogo