Nuoto, Andrea Di Nino allenatore dell’anno in Russia

Andrea Di Nino ha ricevuto il premio di Allenatore dell’anno dalla federazione nuoto russa.

La Federazione Nuoto russa ha deciso di conferire all’allenatore italiano Andrea Di Nino, il premio di allenatore dell’anno. La federazione ha quindi voluto premiare Di Nino soprattutto per i risultati ottenuti agli ultimi giochi olimpici di Londra 2012.

Grazie al tecnico nato a Roma con origini casertane, infatti, Evgeny Korotyshkin si è aggiudicato la medaglia d’argento nei 100 farfalla mentre Sergej Fesikov ha vinto la medaglia di bronzo nella staffetta 4×100 stile libero.

Come riporta Nuoto.it, Andrea Di Nino ha espresso per questo premio una soddisfazione pari a quella provata con i successi olimpici:

E’ un onore che paragono alla medaglia olimpica di Evgeny. Si dice spesso che l’Italia sia in crisi, ma mi pare che i tecnici sportivi vengano ormai apprezzati ad ogni latitudine. Vorrei condividere questo riconoscimento con tutto il mio staff. Spero possa essere un ulteriore stimolo per raggiungere nuovi trionfi nel prossimo quadriennio. Infine un ringraziamento speciale a Evgeny Korotyhskin e Sergey Fesikov, i miei atleti, i miei ragazzi.

Intervista anche da Sky, con il suo progetto l’A.D.N. Swim Project, Andrea Di Nino punta a nuovi successi in futuro:

Sono forse un po’ malato di esterofilia ma se il destino lo vorrà verranno anche gli italiani. Per ora con ADN abbiamo fatto la scelta di lavorare con atleti dell’ex Unione Sovietica e adesso anche del Brasile.

L’allenatore vorrebbe che il suo progetto diventasse un modello di riferimento per nuotatori e non solo:

Sono molto selettivo con gli atleti, oltre che dal punto di vista umano e tecnico, anche da quello dell’etica: per noi è fondamentale il rispetto assoluto della normativa antidoping. Ci vuole un messaggio forte e chiaro: si deve andare forte, perché noi non siamo decoubertiniani e vogliamo vincere, ma nell’assoluto rispetto delle regole. Quando ci sono atleti sensibili a certe scorciatoie con me non entreranno mai in squadra.

Andrea Di Nino ha ricevuto il premio a San Pietroburgo direttamente dalle mani del presidente della federazione nuoto russa, Vladimir Salnikov.

Foto | © Getty Images