Sondaggi Elezioni Politiche 2013 – Berlusconi: il flop della proposta shock. E fa marcia indietro sul condono tombale

Solo il 4% degli italiani crede al Cavaliere

Solo un italiano su 4 è attratto dalla proposta shock di Silvio Berlusconi di restituire l’Imu e solo il 27% crede che sia possibile attuarla. E il bello è che era stato il Cavaliere a dire di essere “il più credibile nel promettere” (qualunque cosa significhi). Se i calcoli di Renato Mannheimer per il Corriere della Sera (qui l’articolo in pdf) sono corretti, la mossa che secondo il Pdl dovrebbe rilanciare le chance del centrodestra potrebbe anche essere un buco nell’acqua (i sondaggi che usciranno tra oggi e domani ci diranno di più), soprattutto visto che nel campione sono stati presi in considerazione gli indecisi, e quindi proprio il bacino elettorale dal quale Berlusconi vuole attingere.

Richiesti direttamente se la proposta del Cavaliere li avrebbe portati a prendere maggiormente in considerazione il voto per il Pdl, solo il 4 per cento degli attuali indecisi (escluso quindi chi ha già formato in questi giorni la propria opzione, anche a seguito della proposta di Berlusconi) risponde positivamente


Quanti voti potrebbero arrivare? Sempre secondo il sondaggista non sono più di 80/120mila, troppo pochi se si considera che quelli che ancora non hanno deciso per chi votare nelle elezioni 2013 sono circa tre milioni. Pochi sono convinti, ma comunque la possibilità di vedersi restituire l’Imu attrae: la proposta shock ha quindi almeno il merito di smuovere l’elettorato del centrodestra.

Il 59% giudica l’dea in modo negativo. Ma quasi un terzo il 32% la vede positivamente. Come si è detto è proprio la quota di indecisi al voto a costituire l’oggetto delle sue mire: si tratta di circa 2-3 milioni di elettori spesso provenienti dal centro destra, parte dei quali spera di riconquistare grazie alla sua idea.

Insomma, solo il 4% degli indecisi dice che la proposta sull’Imu lo porterà a votare Pdl, il 72% la ritiene non realizzabile e il 59% addirittura giudica la proposta negativamente. La cosa più probabile è che la restituzione dell’Imu porti un po’ di voti in casa Pdl, ma molti meno di quelli che Berlusconi aveva previsto, soprattutto se si considera che secondo i suoi sondaggisti di fiducia la proposta shock poteva valere il 2/3% di voti in più.

Una delle ragioni per cui la questione Imu non ha funzionato sarebbe la sparata non prevista del condono tombale, che è riuscita nel miracolo di coprire in parte la proposta a cui il Cavaliere teneva di più. Oltre al danno la beffa: in un periodo di crisi parlare di condono fa infuriare tutti quelli che le tasse le votano – anche quelli vicini al Pdl – e ha provocato la prima frattura con la Lega Nord di Maroni: “Non mi piacciono i condoni, non mi piacciono questi colpi di spugna. Su questo punto non esprimo un consenso: il condono non c’è peraltro nel programma”.

Ed ecco che arriva la marcia indietro: “Quello tombale – dice il Cavaliere – non si può fare, ne faremo uno legato a Equitalia: cancelleremo multe e penalità”.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →